242018mag
6 motivi per cui l’uomo non prende iniziativa sessuale

6 motivi per cui l’uomo non prende iniziativa sessuale

Secondo una ricerca americana, il 20% delle coppie eterosessuali sposate presenta una forte di riduzione di attività sessuale dovuta alla perdita dell’iniziativa da parte dell’uomo. Spesso la partner femminile può pensare di essere diventata meno attraente agli occhi dell’altro e questo provoca sentimenti di ansia, rabbia e frustrazione.

Sebbene la perdita dell’attrazione possa essere la prima spiegazione che viene in mente alla donna, ci sono molti altri possibili motivi per cui un uomo può smettere di prendere iniziativa:

1.Testosterone basso. La maggior parte degli uomini ha una grande quantità di testosterone, “l’ormone del sesso”, per tutta la vita. Quando il desiderio cala e le prestazioni incominciato ad essere troppo differenti da quelle precedenti, è tempo di andare dal dottore per un consulto. A volte ci sono seri problemi di salute che causano un basso livello di testosterone; spesso i livelli testosterone di un uomo diminuiscono per ragioni sconosciute, portando a un desiderio ridotto e a erezioni non performanti.

2.Nessuna attrazione. Un uomo può perdere l’interesse per la sua partner e non voler più fare sesso con lei, ma è importante ricordare che in una relazione a lungo termine, l’attrazione è un elemento complesso: un mix di piacere visivo e chimica sessuale, ma non solo. Risultano importanti per l’attrazione reciproca aspetti meno corporali della coppia come l’andare d’accordo, il condividere insieme momenti rilassanti, ed il sentirsi rispettati all’interno della relazione. La perdita dell’attrazione può anche essere una difesa psicologica. Se un uomo incomincia sentirsi soffocare all’interno di una relazione potrebbe sperimentare una perdita di attrazione come modo per creare un po’ di spazio ed evitare la vicinanza, sia fisica che non, che il sesso comporta.

3.Ansia da prestazione. Molti uomini credono che il loro status di valido amante sia determinato dalla loro capacità di ottenere e mantenere sempre e comunque una solida erezione. Indipendentemente dal fatto che provi desiderio, se un uomo ha problemi a ottenere o mantenere un’erezione, può esitare ad iniziare un rapporto per paura di non riuscire ad essere performante al 100%. Sfortunatamente, le donne possono interpretare erroneamente queste complicazioni come problemi di attrazione, diventando elementi critici all’interno della coppia.

4.Autoerotismo. Spesso per la paura di un rifiuto da parte della moglie o semplicemente per prendersi una pausa dal dipendere dal partner per soddisfare i propri bisogni sessuali, alcuni uomini preferiscono masturbarsi. Spesso usano il porno perché è facile, eccitante ed efficiente. La masturbazione risparmia loro la negoziazione sessuale che potrebbe rivelarsi faticosa. Occorre anche ricordare che questo aspetto può anche risultare semplicemente non collegato alla vita sessuale della coppia ed essere vissuto come un momento per sé.

5. La noia. Le donne non sono fisiologicamente programmate per eccitarsi istantaneamente, tendono invece a necessitare di preliminari e attenzioni. A volte gli uomini, anche per via del testosterone, possono ricercare un rapporto più trasgressivo, con un appagamento veloce, e può essere scoraggiante quando hanno una partner che non riesce a capirlo. “Pensi solo a fare sesso!” è una frase che sentiamo spesso pronunciata dalla donna nelle coppie in difficoltà. Mentre spesso per l’uomo la richiesta di fare sesso con la compagna veicola sia il desiderio che anche il sentimento.

6.Relazioni extra coniugali. Quando c’è un forte calo del desiderio in un uomo (senza una apparente buona ragione) dobbiamo prendere il considerazione il fatto che potrebbe avere una relazione extraconiugale. Le relazioni extraconiugali possono iniziare a causa della frustrazione sessuale, ma sono spesso una soluzione approssimativa a problemi apparentemente irrisolvibili all’interno della relazione primaria. Una relazione illegittima può assumere una varietà di forme, tra cui una storia d’amore vera e propria, la follia di una notte, chat online, sexting, escort, ecc. Questi fattori prima elencati possono portare l’uomo a non voler fare sesso con la sua partner, sia per il senso di colpa sia perché già appagato. Una relazione extraconiugale può distruggere molto facilmente una coppia, è tuttavia possibile che i partner della relazione primaria possano esaminare insieme cosa è significato l’adulterio, perché sia iniziato e trovare una soluzione per una relazione più forte.

Per capire quale di queste ragioni si applica alla situazione – e per migliorarla – occorre sempre parlare con il partner di ciò che stiamo provando e dei sentimenti al riguardo, il più sinceramente possibile. Può essere facile più iniziare con conversazioni individuali, ma se si presentano difficoltà a comunicare o non si ha alcun progresso, può essere d’aiuto rivolgersi ad un professionista.

A cura del Centro Integrato di Sessuologia IL PONTE (trd.ita. dott.ssa Diletta Pampaloni)

https://www.psychologytoday.com/us/blog/married-and-still-doing-it/201804/6-reasons-why-he-doesnt-want-sex?utm_source=FacebookPost&utm_medium=FBPost&utm_campaign=FBPost

Per ricevere grauitamente accesso all’ebook “Il Vero e il Falso su miti e credenze della sessualità: L’erezione” , iscrivetevi alla Newsletter qui sotto .

Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a info@centroilponte.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica.



Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *