152018ago
Anoressia sessuale

Anoressia sessuale

Anoressia sessuale

L’ anoressia sessuale, un termine divenuto popolare grazie all’esperto di dipendenza sessuale il Dr Patrick Carnes, consiste nell’evitamento compulsivo del sesso e di tutto ciò che comprende.

La parola anoressia significa senza appetito (deriva dalla parola greca orexis, appetito), così l’anoressia sessuale si presenta come assenza di appetito sessuale. Nel suo libro, Sexual Anorexia: Overcoming Sexual Self-Hatred, Carnes presenta l’anoressia sessuale come una forma di dipendenza sessuale. Ciò che rende l’anoressia sessuale assimilabile ad una dipendenza è l’evitamento compulsivo del sesso, attorno al quale le persone costruiscono la propria vita.
Questo include, per esempio:

  • Paura persistente dell’intimità, del contatto sessuale, del piacere sessuale, di infezioni sessualmente trasmissibili, ecc..
  • Preoccupazioni, anche ossessive, per la sessualità, le intenzioni ed il comportamento sessuale degli altri e per la propria inadeguatezza nell’ambito della sessualità.
  • Un atteggiamento negativo, rigido e giudicante nei confronti del sesso, dell’aspetto fisico e dell’attività sessuale
  • Vergogna e disprezzo per sé a causa delle proprie esperienze sessuali.
  • Comportamenti auto-distruttivi per evitare, limitare e fermare il sesso.

Per gli anoressici il possibile rifiuto da parte degli altri è una minaccia troppo grande. Rimanere isolati offre maggiore sicurezza, nonostante questo comporti uno stile di vita molto insoddisfacente. Inoltre, rigidità, giudizi e vergogna dominano il paesaggio emotivo delle persone che soffrono di anoressia sessuale, lasciando così poco spazio all’esplorazione e alla curiosità. Come chi dipende da droghe e alcol, l’anoressico sessuale può nascondere il proprio problema, per esempio inventando scuse per declinare inviti, fingendosi malati o cambiando compulsivamente lavoro, abitazione, scuola, per evitare di creare delle relazioni.
Chi è a rischio?

L’anoressia sessuale si presenta sia negli uomini che nelle donne. Secondo il Dr. Carnes, le vittime di abusi sessuali o di rifiuti sessuali hanno maggiori probabilità di soffrirne e sono spesso più consapevoli delle cause delle loro difficoltà con il sesso.

Le persone che soffrono di anoressia sessuale possono anche avere parallelamente problemi con altre forme di dipendenza (es: da droghe, da cibo, ecc..) o problemi di ossessioni e ansia.

Le persone che si identificano fortemente con gruppi culturali, sociali o religiosi che prevedono la repressione della sessualità o un approccio negativo al sesso, possono essere particolarmente vulnerabili e sviluppare l’evitamento ossessivo della sessualità che caratterizza questa tipologia di disturbo.


Chi soffre di anoressia sessuale ha rapporti sessuali?

Gli anoressici sessuali possono essere inclini a periodi occasionali di promiscuità o a passare da un letto all’altro, un po’ come fanno i bulimici, persone che si deprivano del cibo e poi, periodicamente si abbuffano e mettono in atto comportamenti per compensare l’ingestione di cibo (vomito auto-indotto, lassativi, ecc..). Per esempio, un anoressico sessuale può astenersi dal sesso tranne quando è sotto l’effetto di droghe. In questo caso, i rigidi confini dell’espressione sessuale crollano quando le droghe abbassano le inibizioni.

Nonostante la loro avversione per il sesso, chi soffre di anoressia sessuale può impegnarsi in relazioni sessuali e sposarsi sebbene la qualità della relazione possa essere compromessa dal rifiuto del sesso da parte di uno o entrambi i partner. L’anoressia sessuale può, quindi, anche mostrarsi in una relazione stabile di lunga durata; le persone che ne soffrono rifiutano il sesso, l’amore e l’affetto dell’altro sia deliberatamente sia in maniera passivo aggressiva, per esempio lavorando la notte fino a molto tardi per evitare di rimanere da soli con i partner, ma anche mostrandosi ipercritici.

Questo disturbo non ha ancora una diagnosi ufficiale all’interno del DSM-5 ma problemi di evitamento del sesso sono ben conosciuti dai sessuologi e dai terapeuti. Come la dipendenza da sesso, l’anoressia sessuale è un sintomo di una più profonda disconnessione da se stessi e dagli altri ed è necessario che venga approfondito ed esplorato. Affrontando le paure più profonde riguardo la vicinanza, la vulnerabilità e il sesso, chi soffre si anoressia sessuale può iniziare a costruire relazioni gratificanti.

https://www.verywellmind.com/what-is-sexual-anorexia-22444

https://www.psychologytoday.com/us/blog/sex-lies-trauma/201408/the-devastating-pain-sexual-anorexics

A cura del Centro Integrato di Sessuologia IL PONTE (trad. e rielaborazione dott.ssa Camilla Tonioni)

Per ricevere grauitamente accesso all’ebook “Il Vero e il Falso su miti e credenze della sessualità: L’erezione” , iscrivetevi alla Newsletter qui sotto .

Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a info@centroilponte.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica.



Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *