52019feb
Gatti, toxoplasmosi e bondage, che relazione c’è?

Gatti, toxoplasmosi e bondage, che relazione c’è?

Se una donna vive da sola con un gatto o tanti gatti, viene spesso etichettata dalle persone come una zitella noiosa e solitaria. In realtà potrebbe essere completamente falso: alla gattara invece può piacere il bondage ed ha fantasie sessuali sul dominare e l’essere dominati. Certamente tra la donna single vestita all’antica e cat woman c’è una bella differenza, ma in comune hanno che sul loro divano dormono dei gatti e forse anche una tuta nera e aderente nascosta nell’armadio. L’immagine suggerita rappresenta un’idea diffusa, ma se diamo un’occhiata alla letteratura scientifica, troviamo che c’è una relazione tra le persone che hanno dei gatti e la pratica del bondage.

Il ruolo della toxoplasmosi

Questa correlazione tra i proprietari di gatti e il bondage è frutto di uno studio su un campione di 36500 persone della Repubblica Ceca dove si comparano i proprietari di gatti che hanno contratto la toxoplasmosi con i proprietari di gatti che non ce l’hanno.

La toxoplasmosi è un parassita che si trova nella carne poco cotta, nelle feci del gatto e nel terreno dove ha defecato un animale infetto; perciò viene consigliato di cuocere bene la carne e lavare sempre frutta e verdura e, dopo aver pulito la lettiera del gatto, di lavarsi bene le mani. In particolare modo bisogna fare attenzione in gravidanza, perchè se si contrae, si possono avere problemi al nascituro.

Questo parassita è chiamato parassita manipolatore, perchè cambia il comportamento degli animali che loro malgrado lo ospitano: lo studio evidenzia che, se i topi o i gatti sono stati infettati, quando si attivano i circuiti cerebrali della paura, si attivano anche quelli relativi al sesso. La stessa situzione avviene nelle persone: nel cervello di chi ha contratto la toxoplasmosi si attivano contemporaneamente le areee della paura e della sessualità, come fantasie sessuali di pericolo e sottomissione.

Quindi dallo studio si evidenzia che la toxoplasmosi negli esseri umani può dare, come sintomi, peculiari preferenze sessuali che si incentrano sul provare paura, sottomissione e pratiche come il bondage.

A cura di Centro Integrato di Sessuologia “Il Ponte” (adattato e tradotto da Dr.ssa Carlotta Bigagli)

J., Flegr & R., Kuba (2016). The Relation of Toxoplasma Infection and Sexual Attraction to Fear, Danger, Pain, and Submissiveness; Evolutionary Psychology, DOI: 10.1177/1474704916659746.)

Per ricevere grauitamente accesso all’ebook “Il Vero e il Falso su miti e credenze della sessualità: L’erezione” , iscrivetevi alla Newsletter qui sotto .

Privacy:
Il consenso è liberamente espresso ai sensi dell’art 23 del DL 196/03 e dell’Art. 7 del Reg UE 679/16

Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a info@centroilponte.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica.



Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *