112017ago
Gocciolina fastidiosa dopo la minzione

Gocciolina fastidiosa dopo la minzione

Buonasera, 
Sono un uomo di 40 anni però è da un po di tempo che quando faccio pipì mi rimane sempre quella gocciolina fastidiosa, anche se mi asciugo, niente ne fuoriesce sempre un pochina. Ho comunque una moglie, ho fatto anche dei controlli ma è tutto ok.
Che vuol dire? Come posso risolvere? Guido – Arezzo
 

Gentile Guido, quello che lei riporta è un problema molto comune chiamato “gocciolamento post minzionale” cioè la perdita di una o più gocce di urina a fine minzione particolarmente fastidiose in quanto portano solitamente a bagnare il capo intimo dell’interessato.

prostata

Come vede dall’immagine l’urina contenuta nella vescica per essere espulsa all’esterno passa attraverso un condotto chiamato uretra la quale sbocca nel meato uretrale esterno (sulla punta del pene). La continenza è determinata dalla presenza di due sfinteri (valvole) rispettivamente a monte e a valle della prostata, queste “valvole” aprendosi e chiudendosi determinano la fuoriuscita o meno dell’urina.

 
Come intuitivamente capirà, una volta terminata l’urina nella vescica, al di sotto degli sfinteri, rimarrà sempre una colonna di urina all’interno dell’uretra che dovrà essere espulsa con il tipico movimento di spremitura e dondolamento del pene.
Molti uomini tuttavia non riescono con questo solo sistema ad espellere tutta l’urina, voglia per una contrazione dei muscoli pelvici che l’uomo usa per aumentare il flusso dell’urina ma che paradossalmente trattengono l’urina a livello dell’uretra o voglia per un ingrandimento della prostata che rende l’espulsione più difficoltosa.
In realtà alcuni stati patologici, molto rari, come i diverticoli uretrali possono giustificare un gocciolamento post minzionale ma in questo caso solo una visita specialistica può toglierle ogni dubbio.
 
Per trovare sollievo da questa sintomatologia le consiglio, al termine della minzione, mantenendo il glande verso il basso di esercitare con due dita una leggera pressione sullo scroto tra i due testicoli, esattamente in quel punto passa la parte interna dell’uretra e facendo questo movimento lei la “spremerà” facendo fuoriuscire l’eventuale urina rimasta. 
Cordiali saluti
Andrea Cocci – Andrologo Urologo – Centro Il Ponte

Per ricevere grauitamente accesso all’ebook “Il Vero e il Falso su miti e credenze della sessualità: L’erezione” , iscrivetevi alla Newsletter qui sotto .

Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a info@centroilponte.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica.



Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *