242018mag
Intimità a rischio? La soluzione è “nelle faccende di casa”

Intimità a rischio? La soluzione è “nelle faccende di casa”

Recenti studi condotti in America affermano che le coppie egualitarie hanno una migliore l’intimità sessuale.

Un recente studio mostra che, negli ultimi 25 anni, gli adulti americani hanno fatto sesso 12 volte in meno all’anno, passando da un massimo di 65 volte all’anno (anni ’90) a 53 volte per anno (2014). La ricerca ha portato alla luce il fatto che sono oggettivamente diminuite le coppie rispetto al passato (gli individui in una relazione stabile fanno più sesso, in media, rispetto ai single); ma è la stessa vita sessuale ad essere diminuita all’interno delle coppie.

Poiché il sesso è fondamentale per la qualità delle relazioni, questo declino sessuale nelle coppie è sconcertante, tuttavia questa diminuzione non riguarda tutte le tipologie di coppie. I ricercatori hanno appurato che tale diminuzione risulta maggiore tra le coppie di genitori sposati e conviventi a partire dai primi anni ’90 fino a metà degli anni 2000.

Alla luce dei dati, vi era una tipologia di relazione che non presentava questo calo ed era costituita da coppie egualitarie che condividevano le faccende domestiche. Occorre quindi capire cosa rende diverse le coppie, perché hanno una maggiore attività sessuale e come gli altri possano prenderne spunto.

La mancanza di equità genera risentimento, ciò porta uno dei membri della coppia a sperimentare un forte senso di ingiustizia e quando gli individui sono insoddisfatti delle loro relazioni entrano in un circolo vizioso molto negativo da cui è difficile uscire. Occorre tuttavia sottolineare che l’equità non è esclusiva delle relazioni egualitarie: possono essere funzionali anche accordi convenzionali e persino controcorrente, ma l’importante è che i partner si sentano a loro agio in questa suddivisione. Sfortunatamente, la maggior parte delle coppie non riesce a raggiungere questo equilibrio.

E’ stato visto che se entrambi i partner svolgono i lavori di casa si instaura più facilmente una condivisione che costringe la coppia a lavorare insieme come una squadra. Ciò significa discutere delle aspettative, fare compromessi, cooperare per completare le attività e passare più tempo insieme. Non dovrebbe sorprendere che queste siano anche qualità importanti per una vita sessuale soddisfacente e attiva.

L’elemento più importante all’interno delle relazioni egualitarie, per quanto riguarda la sessualità, è la comunicazione. La comunicazione nel coordinamento delle attività quotidiane si traduce direttamente nelle esperienze sessuali delle coppie.

Tradizionalmente, gli uomini tendono a prendere maggiormente l’iniziativa, rispetto alle donne, controllando il quando, dove e il modo in cui avviene il rapporto; tuttavia in un clima di cooperazione, condivisione e lo stare spesso insieme aumenta anche l’autoefficacia sessuale delle donne, portandole a prendere l’iniziativa e ad una maggiore sicurezza nel trasmettere i loro desideri al partner. Avere esperienze reciprocamente gratificanti porterà entrambi i partner a ricercare lo stare insieme.

Queste relazioni sono fondate su principi di equità, lavoro di squadra e comunicazione che portano non solo a sentimenti positivi nei confronti del proprio partner, ma forniscono anche alle coppie gli strumenti per trasmettere i loro sentimenti, emozioni e anche desideri sessuali in assoluta libertà.

A cura del Centro Integrato di Sessuologia IL PONTE (trad. ita. dott.ssa Diletta Pampaloni)

https://www.psychologytoday.com/us/blog/the-chore-chart/201805/egalitarian-couples-are-having-more-sex-heres-why?utm_source=FacebookPost&utm_medium=FBPost&utm_campaign=FBPost

Per ricevere grauitamente accesso all’ebook “Il Vero e il Falso su miti e credenze della sessualità: L’erezione” , iscrivetevi alla Newsletter qui sotto .

Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a info@centroilponte.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica.



Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *