52018giu
Recensione libro “Love Toys” di Valeria Benatti

Recensione libro “Love Toys” di Valeria Benatti

Love Toys è il primo romanzo di Valeria Benatti, giornalista e speaker di RTL 102.5, la cui protagonista indiscussa è Daphne Giorgi, in arte Daphne Vibrante ed in effetti, vibrante è proprio l’aggettivo che meglio caratterizza l’esperienza di cui si fa portatrice.

È madre di due bambine molto diverse tra loro, figlia di una signora francese con la quale in realtà si trova molto poco d’accordo e di un diacono che, nonostante provi a tenerla a bada è sempre pronto ad assecondarla, nipote di una super nonna (nel vero senso della parola), eccentrica, pazza ed al passo coi tempi. Daphne è un’impiegata della Cartolì la cui vita viene scombussolata dalla cassa integrazione. Questo evento, in un primo momento catastrofico per la donna si configura come un’opportunità per riprendere in mano le redini della sua vita, per (ri)scoprire la propria sessualità e allo stesso tempo riaccendere di passione il matrimonio con Luca.

Daphne incuriosita dai sex toys, si ritrova completamente immersa e al contempo affascinata da questi giocattoli per adulti, tanto da diventarne la paladina e da ribattezzarli “love toys” (da qui il nome del romanzo). Love toys perché non sono meri oggetti meccanici per il solo ed unico soddisfacimento sessuale destinato ai single, bensì sono considerati dalla donna dei giocattoli dell’amore, grazie ai quali si può esprimere liberamente la sessualità sperimentandola in modo divertente in coppia.

L’eccezione, alla conversione del paesino in crisi a paesino libero da pregiudizi sull’erotismo, è data dalla maestra Greselin, che tenta di ostacolare l’avventura di Daphne a tutti i costi. Riuscirà Daphne a portare a termine la sua missione convincendo tutti?

Love Toys è un romanzo innovativo, che si legge tutto d’un fiato. Tratta il mondo della sessualità e dei sex toys, tema scottante, che costituisce ancora oggi – purtroppo – un tabù, con assoluta leggerezza. Nonostante l’autrice utilizzi un linguaggio semplice, giovanile, colloquiale riesce a coinvolgere il lettore in questa favola moderna, che ha come sfondo anche la rinascita di una donna che non si dà per vinta e che reinventa la propria vita. Il consiglio di Daphne Vibrante, che condividiamo con voi, è questo: “Dovremmo parlare più spesso di sesso, quantomeno con la persona con cui siamo interessati a farlo”.



Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *