172018apr
Quando il medico prescrive il vibratore anti-age

Quando il medico prescrive il vibratore anti-age

Quando iniziamo a perdere la vista non smettiamo certo di leggere e la stessa cosa vale (o dovrebbe valere) anche per quanto riguarda il sesso. Da poco gli specialisti hanno introdotto un nuovo mezzo per aiutare donne in menopausa o post-menopausa a riscoprire la propria vita sessuale: il vibratore!

Con l’inizio della menopausa una diminuzione nella produzione di ormoni può causare la secchezza e la perdita di tono del tessuto vaginale. I muscoli della vagina possono atrofizzarsi causando dolore durante i rapporti (un problema che affligge circa metà delle donne in menopausa e post-menopausa secondo il National Institutes of Health). Ma la soluzione potrebbe essere semplice quanto un pezzo di silicone che vibra!

I vibratori che vengono utilizzati internamente stimolano il flusso sanguineo della zona pelvica che incrementa la lubrificazione vaginale e incoraggia la risposta sessuale, tutte caratteristiche che rendono il sesso (con o senza il partner) migliore. Come ogni muscolo, la vagina può essere mantenuta in salute con del regolare esercizio. Il deterioramento di questo muscolo diviene sempre più comune nel momento in cui le donne di mezza età o anziane si trovano in situazioni nelle quali non sono più sessualmente attive: donne single, divorziate, vedove o semplicemente donne che non hanno rapporti regolari con il partner.

Da un punto di vista terapeutico, l’utilizzo frequente del vibratore può prevenire e proteggere da condizioni dolorose quali secchezza vaginale e atrofia. Ebbene sì, i dottori ne raccomandano l’utilizzo, con un unico avvertimento: dato che l’industria dei sex toys non è attualmente regolamentata, è preferibile seguire alcuni accorgimenti, per esempio essere sicuri di pulire in modo adeguato il vibratore e di non condividerlo con gli amici.

La dottoressa Barb DePree, ginecologa da circa 30 anni e nominata nel 2013 di “Professionista dell’Anno” dal North American Menopause Society per il suo contributo eccezionale alla cura della menopausa, da molti anni prescrive vibratori alle sue pazienti, con straordinari risultati per la loro salute.

Nonostante sia capitato, durante gli anni, che alcune pazienti arrossissero, tutte sono state disposte a seguire la prescrizione. La dottoressa spiega che i vibratori che stimolano unicamente il clitoride possono risultare estremamente piacevoli, ma il modo per eliminare il dolore durante il rapporto sessuale con il partner è attraverso un’attività che coinvolga anche il pavimento pelvico.

Una delle sue pazienti, una donna di 70 anni, ha riportato di avere rapporti sessuali 2 o 3 volte la settimana senza ricorrere all’utilizzo di lubrificanti o creme a base di estrogeni. La donna afferma di non raggiungere sempre l’orgasmo, ma secondo il suo medico, è molto soddisfatta dei risultati raggiunti grazie all’utilizzo del vibratore per un periodo di appena alcuni mesi.

Un altro aspetto positivo per quanto riguarda l’utilizzo del vibratore, continua DePree, è che questo può aiutare nella consapevolezza che l’intensità di un orgasmo vada a diminuire con l’età. Le donne spesso riferiscono che “l’orgasmo richiede molto più tempo e se ne va così in fretta che a volte è difficile stabilire se ne valga davvero la pena”.

In uno studio recente, la dottoressa DePree ha discusso il caso di una donna di 52 anni in post-menopausa che ha richiesto il suo aiuto. La donna ha riferiva di aver avuto l’ultimo orgasmo 5 anni prima e che l’utilizzo di un vibratore non ha aveva migliorato la situazione. La dottoressa spiega che come specialista sapeva che la donna aveva bisogno di una stimolazione più potente e intensa e con l’introduzione di un vibratore appropriato i risultati sperati sono stati raggiunti.

La dottoressa Mary Jane Minkin, un’ostetrica e ginecologa dell’Università di Yale, ha portato i vibratori allo scoperto qualche hanno fa, quando ha iniziato a prescriverli ai pazienti del Cancer Clinic’s di Yale, i quali soffrono spesso di menopausa precoce e hanno la necessità di combatterne gli effetti collaterali.

E’ dunque sorprendente pensare che un oggetto così semplice come un vibratore possa essere così decisivo nell’aiutare a mantenere e riscoprire il piacere del sesso: provare per credere!

A cura del Centro Integrato di Sessuologia IL PONTE (trad. dott.ssa Camilla Tonioni) 

Tradotto e riadattato da:

https://www.huffingtonpost.com/entry/when-your-doctor-prescribes-a-vibrator-for-your-aging-vagina_us_59109c85e4b0d5d9049e77e4

Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a info@centroilponte.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica

Per ricevere grauitamente accesso all’ebook “Il Vero e il Falso su miti e credenze della sessualità: L’erezione” , iscrivetevi alla Newsletter qui sotto .



Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *