282018set
Mia moglie vuole lasciarmi per suo cugino. Posso impedirlo?

Mia moglie vuole lasciarmi per suo cugino. Posso impedirlo?

Sono sposato e ho con mia moglie 3 figli minori 11/9/5 anni. Mia moglie vuole lasciarmi per un cugino di primo grado che verrebbe ad abitare con i miei figli. Inoltre il cugino ha precedenti di ritiro di patente per alcol e cocaina. Posso impedire questa convivenza? Salvatore

Gentile Salvatore,

rispondiamo volentieri alla Sua domanda. Anzitutto è bene precisare che secondo il nostro ordinamento i rapporti tra cugini non hanno carattere incestuoso. I casi di incesto sono infatti previsti espressamente dal codice penale (articolo 564) e per ulteriori approfondimenti sul tema La invitiamo a consultare il link. E’ invece assolutamente rilevante rispetto al quesito che ci ha posto il fatto che il nuovo compagno di Sua moglie faccia uso di alcool e droghe. Tale circostanza dovrà senz’altro essere fatta valere in sede di giudizio di separazione poiché il giudice all’esito del procedimento dovrà esprimere una decisione anche sulle modalità di mantenimento e di frequentazione dei minori. Laddove questa persona dovesse essere ritenuta pericolosa o comunque nociva per la crescita dei minori il giudice potrebbe certamente imporre alla madre di vietarne la frequentazione. In conclusione, Sua moglie ha diritto di intraprendere una relazione con suo cugino anche se ha dei figli minorenni, può essere invece impedito a quest’ultimo di avere rapporti con i minori qualora dovesse essere ritenuto dannoso per i loro interessi. Nel caso avesse altri dubbi, restiamo a Sua disposizione.

Avv. Andrea Ricci

Per ricevere grauitamente accesso all’ebook “Il Vero e il Falso su miti e credenze della sessualità: L’erezione” , iscrivetevi alla Newsletter qui sotto.

Privacy:
Il consenso è liberamente espresso ai sensi dell’art 23 del DL 196/03 e dell’Art. 7 del Reg UE 679/16


Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a info@centroilponte.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica.



Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *