32018feb
Pensare al sesso rende più stupidi o intelligenti?

Pensare al sesso rende più stupidi o intelligenti?

E’ opinione comune ritenere che pensare al sesso sia una attività “poco razionale”, più appannaggio degli istinti che dell’intelletto e per questo motivo un atteggiamento “focalizzato sul sesso” abbia più a che fare con la stupidità che con l’intelligenza. I pensieri a contenuto sessuale insomma ci distrarrebbero facendoci fare cose stupide. E’ sicuramente d’accordo l’emittente statunitense Fox News che ha recentemente intitolato un suo articolo “E’ un dato di fatto, il sesso rende stupidi”. In realtà studi recenti pubblicati su Personality and Social Psychology Bulletin hanno evidenziato che pensare al sesso in alcune circostanze ha esattamente l’effetto opposto.

La logica del sesso: la fantasia sessuale aumenta “la performance”

In uno studio a tre gruppi di partecipanti è stato chiesto di pensare determinate cose mentre completavano una serie di compiti creativi e analitici. Il primo gruppo di persone doveva pensare al sesso immaginando di fare sesso occasionale con qualcuno molto attraente. I partecipanti del secondo gruppo dovevano avere pensieri romantici pensando al partner amato, mentre nel gruppo di “controllo” i partecipanti dovevano immaginarsi da soli impegnati in una camminata. L’esito del test ha mostrato che i risultati migliori ottenuti per lo svolgimento di compiti creativi li hanno ottenuto chi formulava pensieri romantici, mentre i pensieri di natura sessuale portavano un netto peggioramento delle prestazioni. Potremmo quindi dire che pensare al sesso ci rende “più stupidi” indebolendo le nostre abilità creative. Tuttavia nello svolgere un compito analitico sono risultati migliori coloro che pensavano al sesso e peggiori coloro che dovevano formulare pensieri romantici. Quindi quando è necessario pensare in modo logico, le fantasie sessuali possono realmente renderci più brillanti! 

Sesso e creatività: il limite di pensare “fuori dagli schemi”

Un altro studio ha utilizzato lo stesso paradigma d’indagine solo che invece di chiedere esplicitamente a cosa pensare è stato utilizzato un priming subliminale. Prima di compiere le attività cognitive richieste, alcune parole venivano infatti comparire per una frazione di secondo sullo schermo del computer che i partecipanti stavano visionando. L’informazione veniva recepita dal cervello a livello automatico ma non dalla coscienza rendendo inconsapevole il partecipante della stimolo visto. A seconda delle parole subliminalmente presentate (“erotismo”, “sessualità”, “amore”, “innamoramento”, ecc.) i partecipanti venivano così indotti a pensare a contenuti sessuali o a contenuti romantici. Al gruppo di controllo venivano presentate stringhe di lettere casuali (es: MSDFNI). I risultati? Anche qui emergeva che pensare al sesso rendeva meno abili creativamente e più performanti analiticamente.

Considerazioni sul pensiero romantico ed erotico

Come si possono spiegare questi risultati? Secondo gli autori pensare all’amore romantico stimola il pensiero globale e incoraggia a focalizzarsi su obiettivi a lungo termine. Al contrario, pensare al sesso stimola una prospettiva a breve termine, a focalizzarsi sul qui e ora e su dettagli concreti. E’ ben noto, grazie a precedenti ricerche psicologiche, che pensare ad un livello molto ampio e globale (per esempio riuscire a vedere la foresta in un insieme di alberi) migliora la capacità analitica. In conclusione possiamo dire che pensare al sesso rende sia più stupidi che più intelligenti a seconda delle circostanze. Se vogliamo essere creativi dobbiamo lasciarci ispirare dall’amore e dal romanticismo così come gli artisti hanno fatto per secoli, mentre se vogliamo essere logici è più utile lasciarci coinvolgere in fervide fantasie sessuali.

A cura del Centro Integrato di Sessuologia IL PONTE (traduzione dott.ssa Camilla Tonioni)

articolo originale https://www.lehmiller.com/blog/2012/9/26/does-thinking-about-sex-make-you-stupid-or-smart.html

Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a info@centroilponte.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica

Per ricevere grauitamente accesso all’ebook “Il Vero e il Falso su miti e credenze della sessualità: L’erezione” , iscrivetevi alla Newsletter qui sotto .



Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *