142019feb
San Valentino: merito di Cupido o della Cuffing Season?

San Valentino: merito di Cupido o della Cuffing Season?

Letteralmente “la stagione delle manette, degli ammanettamenti”. Il significato rimanda alla decisione di “legarsi con qualcuno”. La Cuffing Season viene intesa come la stagione dell’anno in cui i single sono più inclini a formare coppie. Questo coincide con i mesi invernali e non è un caso. I giorni che si accorciano e le notti che si fanno più fredde fin dall’autunno, per poi continuare per tutto l’inverno, sembrano spingerci a voler entrare in una relazione, a fidanzarsi con qualcuno. Creare il nido.

Gli studiosi hanno documentano le fluttuazioni stagionali dei comportamenti di ricerca del partner da diversi anni e, in uno studio del 2013, i ricercatori hanno osservato per un periodo di cinque anni i cambiamenti nei trend su Google legati al sesso e alle relazioni. Sono state trovate delle fluttuazioni stagionali: prima di tutto c’era un incremento nelle ricerche legate all’online dating nei mesi invernali, soprattutto nel mese di gennaio. Inoltre i dati di Facebook mostrano come le persone siano più inclini a iniziare una relazione di coppia durante l’inverno. Detto questo, le persone non sono semplicemente più interessate nelle relazioni durante questo periodo dell’anno, ma anche maggiormente interessate al sesso; durante l’inverno incrementano infatti anche le ricerche legate alla pornografia e alla prostituzione.

Questi picchi di interesse verso il farsi “ammanettare” da parte dei single, che si registrano in inverno, tuttavia, potrebbe avere a che fare con la nostra biologia. Alcuni studi hanno scoperto che i livelli di testosterone negli uomini presentano cambiamenti a livello stagionale, raggiungendo i massimi livelli nei mesi invernali. Tuttavia non sono solo gli ormoni a cambiare in questo periodo dell’anno, ci sono anche dei cambiamenti chimici a livello cerebrale che regolano l’umore. Per esempio, alcune ricerche hanno mostrato che le persone tendono a produrre meno serotonina durante l’inverso a causa dei minori livelli di esposizione alla luce solare. Questo potrebbe portare le persone a sentire il “Winter Blues” (sentimenti d’infelicità associati al freddo e all’inverno), che potrebbero tentare di compensare ricercando un partner, una relazione, una storia d’amore. Ma la Cuffing Season potrebbe non dipendere solamente dalla nostra biologia. Per alcuni, il pensiero di imminenti raduni familiari e degli eventi festivi potrebbe causare sentimenti di ansia e disagio rispetto il presentarsi da solo o nell’essere l’unica persona single presente, cosa che potrebbe contribuire ai comportamenti di ricerca di una relazione. Una sorta di “ansia da prestazione natalizia”!

Anche in estate si sono osservati picchi di interesse verso la ricerca di partner e sessualità ma questo esita in minori costruzioni di relazioni a breve e lungo termine. A livello biologico reagiamo poi con livelli di testosterone ridotti e alti i livelli di serotonina. Forse, il nostro incremento nell’interesse sessuale e relazionale durante i mesi più caldi potrebbe essere “distratto” sia dalla maggiore disponibilità di potenziali partner che circolano sia dalla maggior predisposizione personale alla ricerca di nuovi compagni e compagne.

Ovviamente non si possono trarre conclusioni sia sulla durata dei rapporti di coppia che sulle motivazioni che generano questi incontri durante la stagione dell’ammanettamento e non possiamo neanche affermare che una coppia che nasce nella Cuffing Season sia più figlia della pigrizia che dell’amore ma forse un “check up di coppia” prima dell’arrivo della bella stagione potrebbe essere necessario!

fonte: https://tonic.vice.com/en_us/article/a3pmpp/what-is-cuffing-season-winter-relationships-commitment

A cura del Centro Il Ponte

Per ricevere grauitamente accesso all’ebook “Il Vero e il Falso su miti e credenze della sessualità: L’erezione” , iscrivetevi alla Newsletter qui sotto .

Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a info@centroilponte.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica.




Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *