262017nov
Tradimento: uno studio rivela quando e perché aspettarselo

Tradimento: uno studio rivela quando e perché aspettarselo

Guardiamo in faccia la realtà, indipendentemente dal tipo di relazione, il periodo della luna di miele non è eterno. Riuscire a superare questo scalino aiuta a testare “la forza” del legame coniugale. Ma come in ogni test c’è comunque la possibilità di fallire.

Sicuramente quando le persone si sposano tentano di tener fede ai loro voti e di rimanere fedeli al partner ma il cosiddetto “prurito dei 7 anni” può rappresentare un compito difficile da superare. Gli psicologi infatti suggeriscono che intorno al settimo anno di matrimonio le persone inizino a diventare maggiormente distanti tra di loro e che la felicità e la soddisfazione per la relazione inizi a diminuire. Inoltre la voglia di allontanarsi e staccarsi dal partner diventa più forte.

Tutto questo emerge da uno studio di un team di ricercatori israeliani che ha indagato le motivazioni che spingono a resistere alla tentazione di tradire. Ciò che hanno scoperto, pubblicato sul ‘The Journal of Sex Research’, è che è possibile identificare il momento più probabile in cui uomini e donne sono maggiormente a rischio di tradire. I ricercatori hanno contatto l’indagine chiedendo a 423 partecipanti di rispondere ad un questionario che indagava sia l’importanza attribuita a 29 motivazioni che avrebbero evitato il tradimento, sia l’importanza attribuita alla possibilità di tradire effettivamente qualora si fosse presentata l’occasione.

I ricercatori hanno potuto osservare che esistono numerose ragioni per resistere all’infedeltà ed evitare di consumare il tradimento e che molte di queste hanno a che fare con principi morali e con la paura di rimanere soli.

Di contro i risultati per quanto riguarda la spinta al tradimento e al fedifrago carpe diem rivelano nello specifico che per le donne la finestra di tempo nella quale è più probabile essere infedeli è tra il sesto e il decimo anno, mentre per gli uomini la probabilità di tradire aumenta dopo l’undicesimo anno.

Quest’anno ‘Superdrug’s Online Doctor’ ha completato un’indagine su circa 2000 soggetti americani ed europei per tentare di scoprire il perché dell’infedeltà coniugale. E’ interessante notare che le motivazioni di maschi e femmine eterosessuali, di entrambe le sponde dell’atlantico, sono principalmente le stesse. Come si può osservare dalla tabella qui sotto, per le donne americane ed europee la ragione principale era la sensazione che il partner non stesse dando loro abbastanza attenzioni, mentre per gli uomini di entrambi i continenti la ragione principale era il fatto che l’altra persona era molto eccitante.

Le cinque più frequenti motivazioni al tradimento

 DONNE EUROPEE  DONNE AMERICANE  UOMINI EUROPEI  UOMINI AMERICANI
Il mio partner non mi dava più attenzioni Il mio partner non mi dava più attenzioni L’altra persona era molto attraente L’altra persona era molto attraente
L’altra persona era molto attraente L’altra persona mi è stata molto vicina L’altra persona mi è stata molto vicina Altre persone ci hanno provato con me
Avevo dubbi sulla relazione Avevo dubbi sulla relazione Non facevo più sesso con la mia partner Avevo dubbi sulla relazione
L’altra persona mi è stata molto vicina L’altra persona era molto attraente Ero annoiato Non facevo più sesso con la mia partner
Volevo sentirmi attraente Ero annoiata La mia partner non mi dava più attenzioni La mia partner non mi dava più attenzioni

fonte:

http://www.iflscience.com/editors-blog/the-7yearitch-is-real-and-women-are-more-likely-to-cheat-sooner-new-research-reveals/

tr.ita a cura della dott.ssa Camilla Tonioni  – Centro Il Ponte

Per ricevere grauitamente accesso all’ebook “Il Vero e il Falso su miti e credenze della sessualità: L’erezione” , iscrivetevi alla Newsletter qui sotto .

Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a info@centroilponte.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica.



Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *