112021feb
Masturbazione e testosterone, quale collegamento?

Masturbazione e testosterone, quale collegamento?

Il Dottor David Ley, uno psicologo clinico, ha dichiarato in un’intervista che, all’interno del movimento politico statunitense dell’Alt-right, i leader suggeriscono ai loro seguaci di non masturbarsi. Il motivo sta nella convinzione di alcuni degli esponenti del movimento che interrompere la pratica possa portare ad un incremento dei livelli di testosterone e, di conseguenza, ad un maggior desiderio sessuale.

Ma quanto c’è di vero in questa affermazione? Astenersi dall’attività masturbatoria comporta veramente un aumento di testosterone? Per rispondere diamo un’occhiata a ciò che dicono le ricerche.

Gli esponenti dell’alt-right, per sostenere la loro tesi, si affidano probabilmente ad una ricerca del 2001, nella quale sono stati misurati i livelli di testosterone di dieci partecipanti maschi, all’inizio dello studio e dopo un periodo di tre settimane, durante i quali i soggetti si sono astenuti da “qualsiasi tipo di attività sessuale” (1). Dopo tre settimane, sono state nuovamente effettuate le misurazioni ormonali, prima e dopo la masturbazione praticata in laboratorio.

È emerso che la masturbazione di per sé non era associata a cambiamenti nei livelli ormonali, mentre il periodo di astinenza di tre settimane aveva comportato un innalzamento dei livelli di testosterone. In altre parole, non sembrava che la masturbazione avessa un’influenza diretta sul testosterone, a differenza di quanto accadeva astenendosi dall’autoerotismo.

A sostegno di questi risultati, uno studio, che si è avvalso di dieci uomini a cui sono stati misurato i livelli di testosterone, prima e dopo la masturbazione, non ha riscontrato alcun effetto di quest’ultima sui livelli ormonali (2), mentre un altro studio, che ha coinvolto 28 uomini, ha scoperto che l’astinenza determina un aumento del testosterone e che ciò è riscontrabile a distanza di almeno una settimana dall’inizio dell’astinenza (3).

Bisogna notare che non tutti i risultati pubblicati su articoli scientifici sono coerenti fra loro. Uno studio condotto con 34 uomini ha mostrato livelli di testosterone più elevati dopo la masturbazione (4).

Tale risultato è in linea con la maggior parte della letteratura scientifica che indaga il modo in cui l’attività sessuale è associata a cambiamenti ormonali. Come riporta una revisione della letteratura sull’argomento (5):

  • 4 studi su 5 che hanno esaminato gli effetti della visione di film erotici sul testosterone hanno rilevato, a seguito dell’esposizione, un aumento ormonale
  • 2 studi su 5 che hanno considerato l’effetto del rapporto sessuale pene-vagina sul testosterone hanno riscontrato, dopo il rapporto, maggiori livelli ormonali nei maschi (occorre sottolineare che uno dei due studi che non riscontrato alcun effetto, aveva un solo partecipante, e che pertanto non dovrebbe essere considerato per un confronto attendibile dei dati)
  • una ricerca sull’effetto del sesso con partner sconosciuti o con partner multipli sui livelli ormonali ha evidenziato un’incremento di testosterone seguente a rapporti di questo genere

Mentre ci sono effettivamente alcune ricerche che dimostrano come l’astinenza sessuale sia collegata ad un aumento di testosterone negli uomini, i risultati, presi nel complesso, sono molto contrastanti. Inoltre, guardando alla tendenza generale dei dati, appare che essere sessualmenti attivi comporti un aumento dell’ormone, con la scoperta più condivisa che vede nella visione di materiale pornografico un innalzamento dei livelli di testosterone.

Detto ciò, è importante notare che tutti questi studi si basano su campioni molto piccoli. Nei 15 studi considerati finora, la dimensione del campione varia da 1 ad un massimo di 34 partecipanti, quindi che bisogna essere cauti nel trarre conclusioni definitive, in particolar modo se valutiamo i lavori singolarmente. È molto facile nel caso di studi rappresentati da piccoli campioni produrre risultati spuri, motivo per cui si ritiene necessario replicare queste ricerche.

Sarebbe auspicabile riprodurre gli studi avvalendosi di campioni più grandi e più vari. Ad esempio, vale la pena esplorare se simili effetti si presentino in persone di diverso sesso e orientamento sessuale ed estendere l’indagine ad altre attività sessuali.

Alcuni studi, ad onor del vero, hanno valutato i cambiamenti di testosterone nelle donne: come riportato nella revisione su cui ci siamo basati, 2 studi su 3 che hanno coinvolto anche le donne, hanno scoperto che l’attività sessuale si associava ad un aumento di testosterone (5). Questi 3 studi hanno coinvolto soltanto 19 partecipanti, e quindi bisogna prendere i risultati con le pinze.

La conclusione prinicipale a cui possiamo giungere (considerato il fatto che abbiamo bisogno di ulteriori dati) è che non è opportuno consigliare “di astenersi dalla masturbazione per aumentare i livelli ormonali”. I dati non sono abbastanza chiari per giungere ad una tale raccomandazione, e in effetti, ad oggi, ci sono più prove del contrario, ovvero che l’attività sessuale (soprattutto la visione dei porno) porta a maggiori livelli di testosterone.

Traduzione a cura di Centro Integrato di Sessuologia “Il Ponte” (Dott. Marco Fortunati)


Bibliografia:

https://www.lehmiller.com/blog/2020/1/24/can-abstaining-from-masturbation-increase-testosterone

[1] Exton, M. S., KruÈger, T. H., Bursch, N., Haake, P., Knapp, W., Schedlowski, M., & Hartmann, U. (2001). Endocrine response to masturbation-induced orgasm in healthy men following a 3-week sexual abstinence. World Journal of Urology19(5), 377-382.

[2] Krüger, T., Exton, M. S., Pawlak, C., von zur Mühlen, A., Hartmann, U., & Schedlowski, M. (1998). Neuroendocrine and cardiovascular response to sexual arousal and orgasm in men. Psychoneuroendocrinology23(4), 401-411.

[3] Jiang, M., Jiang, X., Zou, Q., & Shen, J. W. (2003). A research on the relationship between ejaculation and serum testosterone level in men. Journal of Zhejiang University-SCIENCE A4(2), 236-240.

[4] Purvis, K., Landgren, B. M., Cekan, Z., & Diczfalusy, E. (1976). Endocrine effects of masturbation in men. Journal of Endocrinology70(3), 439-444.

[5] Van Anders, S. M., & Watson, N. V. (2006). Social neuroendocrinology. Human nature17(2), 212-237.




Per ricevere grauitamente accesso all’ebook “Il Vero e il Falso su miti e credenze della sessualità: L’erezione” , iscrivetevi alla Newsletter qui sotto .

Privacy:
Il consenso è liberamente espresso ai sensi dell’art 23 del DL 196/03 e dell’Art. 7 del Reg UE 679/16

Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a info@centroilponte.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica.



Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *