112016apr
4 Ipotesi scientifiche sulla seduttività del seno

4 Ipotesi scientifiche sulla seduttività del seno

Dove si posa lo sguardo di un uomo solitamente quando osserva una donna? Fondoschiena, labbra, gambe, seni, occhi, fianchi, ecc., in effetti si tratta di una domanda alla quale non è facile rispondere su due piedi. Ci sono molte zone erogene nel corpo femminile che sono fonte di attrazione per gli uomini, ma, fra tutte, quella che cattura in primis l’attenzione del maschio è senza dubbio il seno. A dirlo, oltre ad una folta schiera di sostenitori del Wonderbra, è la scienza, grazie ad una ricerca pubblicata su Archives of Sexual Behaviour. I ricercatori hanno studiato i movimenti oculari di uomini a cui sono state sottoposte immagini di donne nude, concludendo che quasi la metà degli uomini in esame (47%), fra tutti i possibili punti d’interesse, posasse lo sguardo proprio sul petto. Questa fascinazione che gli uomini hanno nei confronti delle “ghiandole mammarie” ha, da sempre, generato molto interesse scientifico ed in effetti, nel corso degli anni, gli studiosi hanno proposto numerose spiegazioni per renderne conto. In questo articolo daremo anche noi “uno sguardo” alle teorie, in ambito evoluzionistico, più importanti che sono emerse fino ad oggi.

Una prima ipotesi sostiene che gli uomini spenderebbero molto tempo a guardare i seni delle donne, perché questi offrono informazioni sullo stato di fertilità. La presenza dei seni infatti sarebbe un indicatore fondamentale di un’avvenuta maturità sessuale, mentre le loro dimensioni fornirebbero informazioni sulla potenzialità riproduttiva. A grandi seni, pertanto, corrispondono migliori condizioni di fertilità e una migliore capacità di allevamento della futura prole.

Una seconda ipotesi, invece, pone l’accento sul fatto che i seni darebbero un’indicazione dello stato di salute della persona. La dimensione dei seni avrebbe la funzione di segnalare la disponibilità di cibo di cui può disporre una donna. Essendo infatti i seni composti principalmente da tessuto adiposo, le donne con seni più grandi probabilmente hanno un migliore accesso al cibo. A grandi seni, pertanto, corrisponderebbero maggiori probabilità di sopravvivenza della donna e della futura mamma. Coerentemente con l’ipotesi seno-cibo-risorse, una ricerca (*) ha messo in evidenza che le donne con grandi seni sono preferite maggiormente dagli uomini di status socio-economico più basso. Non solo, la ricerca ha anche scoperto che gli uomini preferiscono seni più grandi quando sono affamati!

Un ulteriore ipotesi suggerisce che gli uomini avrebbero una predilezione per i grandi seni perché tendono a richiamare la forma dei glutei. Nel corso dell’evoluzione millenaria dell’uomo primitivo, prima del passaggio alla posizione eretta, i glutei sarebbero stati la principale fonte di eccitazione sessuale visiva. Solo successivamente l’interesse principale lo avrebbero assunto i seni. A grandi seni, pertanto, corrisponderebbero indicatori di femminilità e di attrazione sessuale più incisivi. A sostegno di questa ipotesi vi è l’osservazione comune del fatto che gli esseri umani siano l’unica specie di primati con un seno permanentemente ben visibile, mentre in tutti gli altri primati i seni sporgono dal corpo solo per l’allattamento.

Un’ultima ipotesi sostiene che gli uomini amino il seno perché attraverso la sua stimolazione si otterrebbe un legame più saldo con la propria partner. Per quanto la stimolazione del seno sia un’attività piacevole per la maggior parte delle donne, tuttavia l’aspetto che rinsalderebbe l’unione dei partner sarebbe di natura chimica e porterebbe il nome di Ossitocina. Si tratta di un noto ormone che è stato collegato, a più riprese, allo sviluppo dei legami intimi: in primis il legame tra madre e figlio. A grandi seni, pertanto, corrisponderebbe una maggiore volontà di stimolazione da parte dell’uomo e conseguentemente un maggior rilascio dell’ormone dell’intimità.

Per quanto affascinanti siano tutte queste ipotesi, esse però sono tutt’altro che definitive. Inoltre la loro conferma viene complicata da alcuni fattori, ad iniziare da quello che non tutti gli uomini eterosessuali sono attratti dal seno. Del resto è nozione comune che ci siano grandi differenze inter-culturali in termini di ciò che gli uomini trovano attraente in materia di corpo femminile. Anche se la maggior parte degli scienziati sembra concordare sul fatto che l’attrazione degli uomini nei confronti del seno abbia radici evolutive non possiamo tuttavia dimenticare quanto profondo ed incisivo sia il ruolo delle fantasie, dei desideri e non ultimo delle abitudini sessuali.

Trad. J. Lehmiller

Eye-Tracking of Men’s Preferences for Waist-to-Hip Ratio and Breast Size of Women. Archives of Sexual Behavior. February 2011, Volume 40, Issue 1, pp 43-50

(*) Resource Security Impacts Men’s Female Breast Size Preferences. Jessica Witt, Colorado State University, United States of America. March 6, 2013

Per ricevere grauitamente accesso all’ebook “Il Vero e il Falso su miti e credenze della sessualità: L’erezione” , iscrivetevi alla Newsletter qui sotto .

Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a info@centroilponte.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica




Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *