272017mar
All’interno del curioso mondo dell’allattamento erotico 

All’interno del curioso mondo dell’allattamento erotico 

Il latte materno non è più cosa solo per bambini. Che ci crediate o meno, molti uomini lo apprezzano. E’ stato recentemente studiato un campione di più di 4000 adulti americani circa le loro fantasie sessuali. Un terzo del campione ha riportato di aver avuto fantasie sessuali concernenti il latte umano, almeno una volta nella vita.
Queste fantasie possono essere molto diverse fra loro. Alcune persone immaginano di berlo, ovvero sognano letteralmente di succhiarlo dal seno di una donna. Altri, invece, di guardare una donna che allatta o di essere allattati dopo aver raggiunto l’orgasmo.
Come tutti gli interessi sessuali che sono fuori dal comune, la maggior parte di chi la ritiene una pratica davvero molto eccitante tende a tenerlo per sé; tuttavia, una minoranza di queste persone la mette in pratica.
Per esempio, donne che hanno provato a vendere sul web il loro latte in esubero ad altre madri, sono state contattate da uomini, usciti allo scoperto, per comprarlo per sé stessi (“men coming out of the woodwork” ). Ad oggi, infatti, esistono numerosi siti per la pratica del adult breastfeeding (lett. allattamento di adulti), che offrono latte in vendita esclusivamente per uomini.
Esistono, inoltre, dei Bar del latte che stanno prendendo piede velocemente, perlomeno in Giappone, e sono esattamente ciò che pensate che siano. Invece di ordinare al bancone un whisky o un buon calice di vino, si può richiedere un bicchiere di latte appena “munto” dal seno di una donna.  Stando a quel che si dice, se si è disposti a pagare per un sevizio premium, sarebbe possibile berlo dal seno della donna (per i più curiosi sulla situazione in Giappone, fare click qui). La questione che probabilmente vi starete chiedendo adesso è: “Perchè?” e “Perché così tante persone sono interessate a questa pratica?”.
Freud avrebbe probabilmente detto che questi uomini hanno un problema irrisolto con le loro madri. In altre parole, forse le persone che hanno questo feticismo per il latte umano, a qualche livello, cercano il conforto emozionale e la vicinanza della loro madre. La ricerca suggerisce che c’è almeno un pizzico di verità in questa ipotesi.
Il feticismo da allattamento, anche noto come lactofilia, può essere facilmente accostato alla sindrome dell’adulto-bambino: adulti che trovano sessualmente gratificante vestirsi e/o fare finta di essere un neonato o un bambino. Questa sindrome racchiude un gran numero di comportamenti ma il nucleo fondante è il desiderio di ricevere le attenzioni dedicate ad un bambino e di essere accudito come tale.
La ricerca sulla sindrome dell’adulto-bambino (si rimanda all’articolo dedicato qui) ha trovato che soprattutto negli uomini, queso tipo di comportamento è legato al rapporto coi genitori. Sopratutto chi ha avuto relazioni difficili e negative con la madre è più facilmente portato ad attività sessuali con una figura materna.
Questo suggerisce che, quando il feticismo da allattamento sconfina nella Sindrome dell’adulto-bambino, l’ipotesi freudiana potrebbe avere fondamento. Tuttavia, comportamenti appartenenti a tale sindrome sono piuttosto infrequenti, quindi non è facile capirne le cause.
La ricerca suggerisce che il feticismo da allattamento spesso si verifica in concomitanza con i feticismi da gravidanza. Infatti, in uno studio pubblicato nel The Journal of Sexual Medicine è stato trovato che la maggior parte delle persone che avevano un feticismo da gravidanza, avevano anche quello da allattamento. Inoltre, questo studio ha osservato che, fra questi uomini, coloro che hanno visto la madre incinta o allattare quando avevano l’età di 5 anni circa erano più portati ad essere attratti da queste situazioni in futuro.
Quanto appena detto non è particolarmente sorprendente se pensiamo alla grande quantità di studi che provano come le persone scelgono i propri partner sulla base delle caratteristiche fisiche che li accomuna ai loro genitori da giovani. Per esempio, è stato visto che tanto più alta era l’età dei nostri genitori quando siamo nati, quanto più siamo attratti da persone di età maggiore (si rimanda all’articolo dedicato qui).
Le radici della lactofilia non sono sempre riconducibili alla madre. Ci possono essere molte altre spiegazioni alla base. Per esempio, questo desiderio può derivare da un implicito interesse nelle pratiche di BDSM (bondage, disciplina, sado-masochismo). Alcune persone trovano eccitante “mungere” la partner sottomessa, laddove altri trovano eccitante essere forzatamente allattati da una donna dominante. In altre parole, quella concernente il latte umano sarebbe un mezzo per esprimere desideri di BDSM.
Altre spiegazioni sono possibili. Per esempio, l’allattamento negli adulti forse potrebbe essere un estensione logica della diffusa pratica di stimolazione del seno e del capezzolo femminile durante l’attività sessuale. Gli uomini spesso baciano e stimolano oralmente i seni della partner, così il fatto che in molti si trovino a succhiarli (o almeno ad avere fantasie sul farlo) non dovrebbe essere così sorprendente.
Come tutti gli interessi sessuali, le origini psicologiche del feticismo da latte sono complesse e differenti da persona a persona. Nonostante queste pratiche non siano diffuse pubblicamente, alle volte i media e mezzi di diffusione ci vengono in aiuto: a cosa alludeva Kelis quando cantava la celeberrima “Milkshake”?
tr J.Lehmiller

Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a info@centroilponte.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica

Per ricevere grauitamente accesso all’ebook “Il Vero e il Falso su miti e credenze della sessualità: L’erezione” , iscrivetevi alla Newsletter qui sotto .




Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *