82020mag
Chi sono le cougars e come vivono la loro sessualità?

Chi sono le cougars e come vivono la loro sessualità?

Alla domanda chi sono le cougars, la scrittrice Linda Lowen risponde sì “sono in genere donne più grandi che sono attratte principalmente da uomini più giovani, con cui si coinvolgono spesso in una relazione sessuale. Sebbene non ci siano età precise, queste donne di solito hanno 35 o più anni e l’uomo ha più di otto anni in meno rispetto a loro. ” Nonostante il termine cougar sia considerato da alcuni come “sessista e dispregiativo”, altri lo vedono come un’espressione di potere, raffigurante “donne indipendenti e sessualmente
sicure”.

La ricerca che esplora le dinamiche di queste relazioni è fortemente limitata, ad eccezione di un recente studio condotto su 55 donne dell’area metropolitana della Grande Montreal che sono state intervistate dalla Docente di genere e sessualità Milaine Alarie. La professoressa Alarie si è chiesta se tali donne si fossero “liberate dell’imperativo culturale di presentarsi come meno desiderabili e meno assertive degli uomini”. In altre parole, le cougar stanno sfidando le aspettative di genere tradizionali su ciò che è appropriato per le donne più grandi per quanto riguarda il desiderio e il comportamento sessuale?
In una certa misura, le dinamiche sessuali all’interno di relazioni intime in cui la donna è più grande
dell’uomo si discostano dagli scripts culturali tradizionali, ma possono anche rafforzarli
. In modo
provocatorio, in queste relazioni le donne possono esprimere e ricevere più liberamente il proprio piacere sessuale. Ciò è dovuto da diversi fattori:

1. Il forte desiderio sessuale di un uomo più giovane, la resistenza sessuale, le erezioni affidabili e la
resistenza erettile aumentano il piacere sessuale della donna più matura.
Ciò è in contrasto con gli uomini più grandi che possono essere molto sensibili a qualsiasi possibile affermazione riguardo al fatto che la loro mascolinità sia in declino o meno evidente, determinando così un impatto negativo sulla soddisfazione sessuale della donna.

2. Una donna più grande percepisce che gli uomini più giovani possano desiderare una partner sessuale che è sessualmente esperta, assertiva, sicura di sé e attiva a letto, mentre molte donne più giovani non hanno questi attributi. Infatti, molte delle donne più grandi intervistate credevano che il loro partner maschio più giovane volesse stare con donne “che erano sicure della propria pelle, che sapevano cosa gli piacesse a letto e che non avevano paura di dirlo”.

3. Un uomo più giovane è più aperto verso la sua compagna sessuale che si assume la responsabilità primaria e verso cui la donna può indicare ciò che vuole che accada nel loro incontro sessuale aggiungendo pratiche o fantasie sessuali non convenzionali come la stimolazione manuale del clitoride, il cunnilingus, i giochi di ruolo o attività di dominatrice, attività che avrebbero sconvolto gli uomini più grandi.

4. Gli orgasmi di una donna sono più frequenti quando è con il suo “giovane amante intrinsecamente
attento e generoso” perché può negoziare scripts sessuali con uomini più giovani.

5. Una donna potrebbe provare disgusto quando si rende conto che un uomo appartenente alla sua fascia di età mostra scarso interesse per le donne più mature. Il classico esempio di un uomo anziano che frequenta o sposa una donna di 20 anni irrita molte donne di mezza età.

Alarie ha concluso che gli uomini più giovani potrebbero essere motivati a ricercare donne più grandi in parte perché le loro esperienze con donne della loro età sono state deludenti e in parte perché il fatto che una donna matura sappia cosa sta facendo è per loro un sollievo.

In termini di rafforzamento degli scripts culturali normativi, le donne più grandi intervistate attribuivano una notevole importanza alle capacità erettili degli uomini, il che rinforza il messaggio culturale secondo cui il sesso riguarda principalmente il rapporto pene-vagina.
Alcune donne più grandi sentivano di essere “usate” da uomini più giovani come oggetti sessuali piuttosto che come persone reali. Inoltre, alcune donne si sono mostrate sensibili agli stereotipi culturali secondo cui non dovrebbero presentarsi come aventi dei desideri sessuali e una sessualità frizzante. Dall’intervista emerge che queste donne “sembravano spesso combattute tra il loro desiderio di presentarsi come donne con potere sessuale e il loro desiderio di evitare di essere associate alle rappresentazioni culturali stigmatizzate e stereotipate di coguars”.

Contrariamente alle aspettative normative di genere riguardo al desiderio sessuale femminile carente e alla volontà di fare sesso, molte delle donne più grandi nello studio della Dott.ssa Alarie credevano che la loro intensa storia sessuale fosse straordinariamente apprezzata dagli uomini più giovani. Il livello di conoscenza, desiderio e condotta sessuali delle donne erano in netto contrasto con la passività e l’inesperienza sessuali delle giovani donne. Inoltre, la resistenza sessuale e le capacità erettili degli uomini più giovani hanno contribuito a spostare le dinamiche del potere di genere a favore delle donne mature.
Ora, sarebbe interessante chiedere ai “cuccioli di cougar” se le loro percezioni degli incontri sessuali corrispondano a quelle delle donne cougar.
Inoltre, sarebbe interessante sapere dagli uomini più grandi se sono passivi nella sessualità come affermano le donne e, in tal caso, come compensino per avere una sessualità soddisfacente con partner della stessa età.


A cura di Centro Integrato di Sessuologia “Il Ponte” (tradotto e riadattato da: https://www.psychologytoday.com/intl/blog/sex-sexuality-and-romance/202005/cougars-women-having-sex-younger-men )

Per ricevere grauitamente accesso all’ebook “Il Vero e il Falso su miti e credenze della sessualità: L’erezione” , iscrivetevi alla Newsletter qui sotto .

Privacy:
Il consenso è liberamente espresso ai sensi dell’art 23 del DL 196/03 e dell’Art. 7 del Reg UE 679/16

Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a info@centroilponte.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica.



Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *