212017gen
Morte per sesso: 5 insoliti modi di morire facendolo

Morte per sesso: 5 insoliti modi di morire facendolo

La “fine” può coglierci in qualsiasi momento, in qualsiasi luogo… quindi anche in camera da letto. Seppur raro, talvolta la gente muore durante l’attività sessuale, sia masturbandosi che facendo sesso con un partner. La maggior parte delle ricerche su questo argomento si sono focalizzate soprattutto sul rischio di incorrere in un attacco cardiaco durante il rapporto sessuale, ma che ci crediate o no, questa è lungi dall’essere l’unica causa di morte durante il tentativo di ‘”darci dentro”.

In questo articolo daremo uno sguardo alle cinque più insolite cause di morte legate al sesso:

5. Morte a seguito di sesso con cavallo

Il 2 luglio 2005 nello stato di Washington un uomo è morto dopo una visita ad un “bordello animale,” un locale in una fattoria dove le persone con un interesse sessuale per gli animali possono andare e attuare le loro fantasie. Cosa è successo? A quanto pare, una persona ha praticato sesso anale passivo con un cavallo, subendo una rottura del colon ed è morta a causa della conseguente e letale peritonite. Questo decesso seppur causato da un incidente, ha attratto l’attenzione dei media e ciò ha di conseguenza portato il legislatore di Washington ad approvare rapidamente una legge che vietava in quello stato il sesso con gli animali. Molti lettori saranno forse stupiti dall’apprendere che questo divieto non vige al momento in tutti gli Stati degli Stati Uniti d’America, ma in 33 su 50 (nemmeno in Italia al momento vi è una legge che lo vieta).

4. Morte per soffocamento con sex toy

Nel 2011, un uomo dell’Ohio è deceduto per il soffocamento causato da un sex toy durante un atto di sadomasochismo andato storto. A quanto pare, l’uomo era stato legato al letto a faccia in giù con manette e catene. Non solo era imbavagliato, ma indossava anche una maschera di pelle che aveva le aperture della bocca e degli occhi chiusi con la zip. Tutto ciò era stato fatto apparentemente su richiesta della vittima, ma la persona che lo aveva legato e assistito in questa pratica non era presente al momento della morte (si era allontanato poichè erano in arrivo “nuovi” partecipanti)

Al momento è ancora in corso un’inchiesta su questo decesso, ma per ora, le autorità credono che sia stato un incidente verificatosi durante un’attività sessuale consensuale e nessuno è stato accusato.

3. Morte causata da morsetti per capezzoli elettrificati

In un caso del 2008 che ha sconvolto una cittadina della Pennsylvania, un uomo ha chiamato il 911 per segnalare che la partner era morta fulminata. Inizialmente ha riferito alla polizia che la moglie si stava asciugando i capelli dopo la doccia quando è successo l’incidente; tuttavia, in seguito alle rilevazioni è emerso che la vittima indossava delle mollette per capezzoli collegate a un cavo elettrico.

Questo cavo elettrico serviva per dare delle scosse alle mollette attaccate al seno della donna. L’uomo ha sostenuto che in effetti stavano praticando del sesso “trasgressivo” e che la morte era stata del tutto accidentale; tuttavia, la giuria non ha sposato questa versione ritenendo che l’uomo avesse agito in modo negligente e condannandolo per omicidio di terzo grado a una pena che va dai 20 ai 40 anni di carcere.

2. Tentato omicidio con vagina avvelenata

Pochi anni fa, diverse fonti hanno riportato il caso di una donna brasiliana che ha tentato di uccidere il marito con un arma insolita: una vagina “avvelenata”. Dopo aver cosparso le sue parti intime di veleno, ha proposto al marito di praticarle del sesso orale… ironicamente però le cose non sono andate secondo i piani perché a quanto pare la donna non si rese conto che inserire delle sostanze velenose dentro di sè avrebbe in realtà avvelenato se stessa (infatti le pareti vaginali sono piuttosto assorbenti). Conclusione: il marito ha finito per salvarle la vita portandola in ospedale.

1. Morte causata da sperma di cane

Il 7 ottobre del 2008, una donna in Irlanda è morta dopo avere consumato un rapporto sessuale con un cane, un pastore tedesco per la precisione. La donna ha incontrato il proprietario del cane in una chat-room dedicata agli amanti del sesso con animali e così è nato l’incontro. Tuttavia, la signora si è rivelata essere inconsapevolmente allergica allo sperma del cane, che le ha scatenato uno shock anafilattico (una grave reazione allergica) con conseguente decesso. I tribunali hanno prosciolto il proprietario del cane da ogni accusa legata alla morte della donna, poiché consenziente, tuttavia, la pubblicità negativa ricevuta da questo episodio l’ha portato a perdere il lavoro e in ultimo ad essere anche rinnegato dalla propria famiglia.

Trad. J.Lhemiller

Per ricevere grauitamente accesso all’ebook “Il Vero e il Falso su miti e credenze della sessualità: L’erezione” , iscrivetevi alla Newsletter qui sotto .

Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a info@centroilponte.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica



Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *