232019dic
Come convincere mia moglie a fare sesso a 3?

Come convincere mia moglie a fare sesso a 3?

Salve, sono Ascanio il lui di una coppia di coniugi 60enni ancora di bella presenza. Sono qui perchè ho bisogno di un suo consiglio e di una risposta alla mia domanda. Siamo spostati da 40 anni e da circa 15, ho il desiderio di avere un rapporto sessuale in tre cioè io mia moglie e un altro uomo. Premetto che mia moglie non ha mai avuto altri uomini io sono stato il primo e ultimo. Nel corso di questi anni, ne ho parlato più volte con mia moglie di questo desiderio ma lei, seppur incuriosita e, nei momenti intimi acconsentiva, poi tornata alla realtà, si è sempre tirata indietro manifestando un suo disinteresse, una volta mi ha anche detto di farlo io senza coinvolgerla ma, a,me è lei che eccita, è vederla alle prese con un altro, vedere come si muove, se gode più che con me, come si approccia con un altro sesso maschile che non sia il mio e probabilmente vederla felice e godere, è tutto questo che mu fa godere oltre al fatto di possederla in due, cosa che lei non ha mai fatto e che quindi sarebbe il max dell’eccitazione per entrambi.

Ora la domanda che vorrei farle per indurla a dirmi di si, è questa e cioè chiederle come prova d’amore al fine di affermare questa nostra lunga convivenza e confermarla per il futuro, un solo e unico incontro di sesso a tre. Chiedo a Lei pensa che messa in questo modo cioè chiesto come segno d’amore per me o come regalo, mia moglie si senta sollevata ed accetti l’incontro fosse anche solo per amor mio e per farmi felice?

Ma poi mi chiedo, se lei comunque dice di no, per me sarebbe una doppia sconfitta nel senso che verrei a conoscenza della certezza che comunque lei non è disposta a fare tutto per amor mio, considerando poi che non si tratta di vita o di morte quindi, poi io come dovrei comportarmi nei suoi confronti? Ne resterei deluso da questo suo ennesimo rifiuto.

A questo punto le chiedo anche la gentilezza di darmi un consiglio su come fare per convincerla a concedersi ad un altro uomo, le lascerei anche la libertà di sceglierselo non è questo un problema, per me è importante, dopo tutti questi anni, vederla completata, magari in quel momento l’altro saprà darle qualcosa di diverso, forse in più e lei potrebbe goderne come neanche immagina e comunque sarà per lei un esperienza che non ha mai fatto ne prima ne dopo il matrimonio quindi, unica e non capisco perchè sia così resistente. La ringrazio anticipatamente e resto in attesa di un suo prezioso consiglio.




Salve Ascanio,

La fantasia che descrive, ossia inserire un altro uomo nella coppia per vedere la partner intrattenersi e avere un rapporto sessuale appagante con lui, prende il nome di “Cuckold” ed è una fantasia sessuale molto diffusa.

Da quello che emerge dal suo racconto, tale fantasia e il desiderio di metterla in pratica sono forti soprattutto in lei, mentre la sua partner sembra non provare attrazione per questa situazione. E’ importante riconoscere che non tutte le persone condividono le stesse fantasie e se anche una pratica non è mai stata provata non vuol dire che debba a tutti i costi essere molto eccitante. Sua moglie potrebbe non nutrire nessun interesse nell’introdurre un secondo uomo nella coppia e potrebbe essere che questa fantasia non la ecciti per niente.

Parlarne e confrontarsi aiuta a capire se un desiderio è condiviso da entrambi oppure fa parte solamente dell’immaginario di uno dei membri della coppia. Sicuramente lei ha fatto bene a comunicare e proporre alla partner le sue fantasie, ma non esiste un modo per convincere una persona a fare qualcosa che non desidera.

Detto questo, facendo la proposta che lei ha ipotizzato, chiedendo un atto sessuale come pegno d’amore, lei sta ponendo sua moglie in una posizione difficile, quasi costringendola a fare qualcosa che non le piace per non deludere lei. Probabilmente, dunque, sua moglie non si sentirà sollevata in alcun modo da tale proposta, ma si sentirà solamente messa alle strette e potrebbe accettare solo per accontentarla. Per la partner l’esperienza sarebbe dunque tutt’altro che piacevole ma solo una imposizione e un sacrificio fatto perché lei, Ascanio, l’ha spinta a soddisfare un suo proprio desiderio, e non un desiderio condiviso dalla coppia.

Se per la sua partner questa cosa non è eccitante e non fa parte delle sue fantasie e dei suoi desideri è normale che non voglia provarla e, dunque, potrebbe rifiutare delle proposte in tal senso, in qualsiasi modo siano poste.

Sicuramente lei può condividere i suoi desideri e le sue fantasie con la partner ma sua moglie è altrettanto libera di non voler fare tali esperienze e, dunque, di rifiutare, così come di desiderare e fantasticare qualcosa di diverso rispetto a lei.


Saluti, Centro il Ponte




Per ricevere grauitamente accesso all’ebook “Il Vero e il Falso su miti e credenze della sessualità: L’erezione” , iscrivetevi alla Newsletter qui sotto .

Privacy:
Il consenso è liberamente espresso ai sensi dell’art 23 del DL 196/03 e dell’Art. 7 del Reg UE 679/16

Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a info@centroilponte.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica.



Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *