142015mag
E’ possibile che il pene si rompa?

E’ possibile che il pene si rompa?

Salve, ho sentito dire che il pene si può rompere, e ogni tanto durante rapporti sessuali un po’ “passionali” ho paura che ciò possa succedere e mi prende male. E’ vero oppure è una leggenda? Carlo


Salve Carlo, per quanto questo evento si verifichi più spesso a livello simbolico nella vita di tutti i giorni, a volte può accadere davvero di lesionare il proprio pene.
La frattura avviene con il pene in erezione, può interessare sia le fasce di rivestimento che i corpi cavernosi, e ciò si associa anche ad un rumore caratteristico (tipo schiocco), a un intenso dolore e all’immediata perdita di erezione e ematoma.
La posizione più pericolosa in questo caso è quella dell’amazzone, sia quando il/la partner è rivolto/a verso il volto e magari cala con tutto il peso del corpo sul pene eretto, che quando è rivolto/a verso i piedi e si piega in avanti.
Ma può capitare anche nella posizione da dietro se il/la partner “rientra in dietro” con troppa veemenza e la mira non è giusta.
Certamente un certo grado di buonsenso è la precauzione migliore per questa rara eventualità, oltre che l’utilizzo di un lubrificante (in particolare nella penetrazione anale, o in caso di secchezza).
Se davvero dovesse capitare questo quanto mai improbabile incidente, sarà fondamentale rivolgersi subito al pronto soccorso, poiché se non si interviene rapidamente i rischi di danni permanenti all’erezione sono effettivi.

Per concludere mi verrebbe da dire di stare tranquillo, di godersi anche i rapporti più “passionali” sempre tenendo presente che anche una pur ottima erezione non sarà mai veramente “d’acciaio”, quindi non comportarsi come se lo fosse.

Saluti – Daniel Giunti

Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a info@centroilponte.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica

Per rimanere aggiornati sulle rubriche SexNews, Botta&Risposta, Lex&TheCity, sui seminari e sulle varie iniziative del Centro, iscrivetevi alla Newsletter qui sotto .





Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *