72021mag
Erezioni notturne e “alzabandiera”: facciamo un po’ di chiarezza

Erezioni notturne e “alzabandiera”: facciamo un po’ di chiarezza


Le persone che nascono con il pene, a prescindere che si identifichino come maschi o meno, fanno esperienza di 4-5 erezioni durante la notte (anche le persone che hanno il clitoride sperimentano la stessa cosa). Queste erezioni notturne durano circa 25-35 minuti ciascuna e si manifestano durante il sonno REM. Questo succede durante tutto l’arco della vita, dall’infanzia fino all’età adulta. La fase REM si presenta 4-5 volte durante la notte, pertanto se un uomo si sveglia durante una di queste fasi REM, ecco che riscontrerà il fenomeno fisiologico chiamato ”alzabandiera”.

Riguardo il sonno REM c’è ancora molto da capire ma si sa che i sogni si presentano durante questa fase. Il nostro cervello infatti è molto più attivo durante questa fase rispetto alla fase non-REM (in effetti raggiunge un livello di attività mentale simile a quando siamo svegli). Tuttavia non è il contenuto del sogno che causa le erezioni notturne. Anche se i sogni erotici e le erezioni notturne possono presentarsi insieme, uno non causa necessariamente l’altro. 

Si pensa infatti che le erezioni notturne siano dovute a effetti ormonali e dei neurotrasmettitori che avvengono durante il sonno REM. Per esempio, vi sono cambiamenti nei livelli di testosterone e di prolattina durane il sonno, i quali raggiungono il picco durante la fase REM. Entrambi questi ormoni giocano un ruolo fondamentale nella funzione sessuale e riproduttiva. 

Allo stesso tempo vi è un aumento del rilascio di acetilcolina e una diminuzione di norapinefrina in alcune regioni cerebrali, ed entrambi giocano un ruolo importante nella regolazione erettile. Quindi, in generale, vi è una maggiore stimolazione dell’erezione presente nel cervello durante questa fase. 

Le erezioni che si presentano durante il sonno REM sono normali e sono un indicatore di salute. Una riduzione delle erezioni notturne è infatti uno dei più comuni segnali di problematiche erettili e segna, in modo non certo ma indicativo, la differenzia fra una disfunzione erettile dovuta a cause organiche e una dovuta a cause psicologiche.

Quale è lo scopo di queste erezioni notturne? Ci sono diverse scuole di pensiero. Una sostiene che queste abbiano come scopo quello di promuovere la salute dei genitali. In particolare modo queste erezioni possono aiutare a mantenere funzionanti i tessuti e la salute promuovendo una maggiore ossigenazione. Un’altra ipotesi sostiene che le erezioni notturne abbiano uno scopo sessuale e riproduttivo piuttosto che di “manutenzione”. “Le erezioni notturne durante il sonno REM si sarebbe evolute per permettere la procreazione a prescindere dal loro intento” (Youn, 2017). In altre parole, dato che trascorriamo gran parte della nostra vita dormendo, l’ipotesi è che il corpo umano si sia evoluto per consentire potenzialmente la procreazione durante il sonno. Una ipotesi singolare che necessita tuttavia di ulteriori approfondimenti.

Fonte: https://www.lehmiller.com/blog/2021/3/8/why-men-get-erections-in-their-sleepand-often-wake-up-with-morning-wood

A cura di Centro Integrato di Sessuologia Il Ponte (Dott.ssa Benedetta Romani)



Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *