12019ago
Essere bravi a letto dipende dalla personalità

Essere bravi a letto dipende dalla personalità

Essere bravi a letto dipende dalla personalità, infatti anche alcuni tratti che non sembrerebbero collegati al sesso hanno, in realtà, un forte impatto.
La coscienziosità implica l’essere molto organizzati e minuziosi con una tendenza a pianificare tutto, incluso, quindi, il sesso. Ciò, intuitivamente, dovrebbe rendere le persone che presentano questo tratto più prevedibili, rigide e, presumibilmente meno giocose e spontanee a letto, in sintesi, amanti peggiori.

La coscienziosità porta ad essere bravi a letto?

Contrariamente a ciò che ci si aspetterebbe, da una grande quantità di ricerche, è emerso che persone con alti livelli di coscienziosità riportano meno problemi sessuali, più soddisfazione sessuale e, secondo alcuni studi, anche più rapporti sessuali rispetto ad altre persone. Insomma, sembrano essere proprio bravi a letto!

Questi studi hanno messo in relazione i Big Five (le cinque dimensioni di base della personalità), con il funzionamento sessuale nella coppia. La coscienziosità era l’unica dimensione che prediceva un buon funzionamento sessuale.

In particolare uomini con livelli alti di coscienziosità riportavano meno problemi di disfunzione erettile, mentre le donne riportavano meno problemi di desiderio, eccitazione, orgasmo e dolore sessuale.
Oltre ad avere meno problematiche sessuali, queste persone hanno anche riportato di essere più soddisfatte della loro vita sessuale e, addirittura hanno riferito di fare sesso più frequentemente.

Inoltre, è stato visto che avere un partner coscienzioso migliorava il funzionamento sessuale anche nell’altro componente della coppia, ciò è specialmente valido per le partner donne.
Sembrerebbe anche che questo tratto di personalità porti le persone ad essere più disposte a condividere le proprie fantasie sessuali con i loro partner e ad avere, poi, esperienze positive nel metterle in pratica.

Ma come mai le persone coscienziose hanno più successo nel passare dalla fantasia alla
realtà?

Probabilmente si tratta di un beneficio della loro attenzione ai dettagli: più la persona ha livelli alti di coscienziosità e più le sue fantasie saranno dettagliate, specifiche e realistiche, nel senso che fantasticherà sul proprio partner attuale, senza immaginarsi con un corpo od una personalità diversa, rendendo le fantasie più semplici da soddisfare. Questa attenzione ai dettagli si può riflettere anche nella maggiore attenzione nell’appagare giorno per giorno i desideri sessuali del partner e nel cercare di mantenere una buona “sex schedule” per evitare che il desiderio cali.


Per quanto riguarda gli altri tratti di personalità del Big Five, uno studio di metanalisi ha trovato altre peculiari correlazioni: il nevroticismo presentava una correlazione positiva con insoddisfazione sessuale, emozioni negative e sintomi di disfunzioni sessuali; l’estroversione risultava, invece, correlata positivamente con l’attività sessuale e comportamenti sessuali rischiosi mentre era correlata negativamente con sintomi di disfunzione sessuale; l’apertura mentale aveva una correlazione positiva con l’orientamento omosessuale e con un’attitudine liberale verso il sesso; infine la gradevolezza presentava una correlazione negativa con il comportamento sessuale aggressivo e l’infedeltà.

Molte correlazioni sono, comunque, di lieve entità. Chiaramente i singoli tratti di personalità, che oltretutto possono modificarsi nel tempo, non sono gli unici fattori a determinare la qualità della vita sessuale.


Articolo riadattato da:
https://www.tandfonline.com/doi/full/10.1080/00224499.2018.1491521
https://tonic.vice.com/en_us/article/zmdbky/being-good-in-bed-is-tied-to-an-unexpected-personality-traithttps://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29878796

A cura dello staff del Centro Integrato di Sessuologia IL PONTE (trad. Dott.ssa Cindy Degl’Innocenti o Cresciuti)


Per ricevere grauitamente accesso all’ebook “Il Vero e il Falso su miti e credenze della sessualità: L’erezione” , iscrivetevi alla Newsletter qui sotto .

Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a info@centroilponte.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica.



Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *