222015nov
Gelosia: come cambia in base a genere e orientamento

Gelosia: come cambia in base a genere e orientamento

La gelosia è un sentimento molto complesso che può far emergere una vasta gamma di sentimenti profondi come paura, rabbia, angoscia, tristezza, abbandono. Diverse ricerche hanno dimostrato come la gelosia possa essere diversa negli uomini e nelle donne. Secondo uno studio del dottor Christopher J. Carpenter pubblicato recentemente su Psychology of Women Quarterly, sembrerebbe che quello che affligge maggiormente gli uomini sia il pensiero di un tradimento sessuale, mentre le donne sembrano ingelosirsi maggiormente nel caso in cui il loro partner le tradisca emotivamente. La logica alla base di queste differenze riguarda sia un punto di vista culturale che evoluzionistico. Per gli uomini essere traditi dalla propria partner significherebbe non essere stati in grado di soddisfarla sessualmente, essere quindi meno virili, mentre per le donne, se il partner si innamora di un’altra, significherebbe essere venute meno al compito femminile di creare legami. Il punto di vista evoluzionistico, riguarda invece la maternità e la paternità. La ricerca sopracitata sostiene che gli uomini hanno il timore che la propria compagna, avendo rapporti sessuali con altri partner, possa concepire un figlio, di cui evidentemente non hanno la paternità. Le donne invece, evoluzionisticamente parlando, temerebbero l’abbandono del compagno una volta messo al mondo un figlio e quindi vedere il partner allontanarsi se non emotivamente coinvolto. La ricerca del dottor Christopher J. Carpenter non si limita a dimostrare le diverse manifestazioni di gelosia nelle coppie eterosessuali, ma rivela che nelle coppie omosessuali (sia coppia gay che lesbica) la preoccupazione maggiore riguarda l’infedeltà emotiva. Si può notare quindi che per quanto riguarda le coppie al femminile, il modello non cambia, mentre in questo caso gli uomini cambiano prospettiva e si sentono maggiormente gelosi per un tradimento sentimentale. A questo punto, una domanda sorge spontanea. Le persone bisessuali come sperimentano la gelosia? Per esempio ci possiamo chiedere se le motivazioni per essere gelosi cambino in relazione al sesso del partner che frequentano. Un recente studio pubblicato sul Journal of Social and Personal Relationships cerca di chiarirci le idee. Un team di ricercatori guidati dal dottor Scherer, C. R., ha coinvolto 134 tra uomini e donne con un età compresa tra 19 e 68 anni, facenti parte di organizzazioni LGBT. I partecipanti si sono identificati come bisessuali ed hanno affermato di avere una relazione monogama.

E’ stato chiesto loro di pensare intensamente ad una relazione seria che avevano avuto in passato o a quella attuale e di provare ad immaginare il partner coinvolto in una relazione con un’altra persona. I partecipanti dovevano poi scegliere tra queste due opzioni quella che provocava loro maggiore angoscia.

  • Immaginate il vostro partner mentre si sta godendo un rapporto sessuale appassionato
  • Immaginate il vostro partner che sta costruendo un profondo attaccamento emotivo con un’altra persona

Dopo aver selezionato l’opzione più angosciante, dovevano indicare il sesso del “partner traditore” a cui avevano pensato. Che cosa hanno trovato i ricercatori? Nelle coppie in cui un uomo aveva una relazione con una donna emerge una maggiore preoccupazione per l’infedeltà sessuale rispetto alle coppie in cui una donna aveva una relazione con un uomo (rispettivamente il 49% vs 17%), questo dato sembra essere in linea con la ricerca precedentemente esposta sulle coppie eterosessuali. Al contrario, nelle relazioni uomo/uomo, donna/donna, i livelli di preoccupazione riguardo l’infedeltà sessuale erano più bassi e non differivano significativamente l’uno dall’altro (rispettivamente 26% vs 25%). Nel complesso questi dati ci suggeriscono che l’infedeltà sessuale è molto più angosciante nelle coppie bisessuali in cui sono coinvolti uomini che hanno una relazione con una donna. Questo dato è coerente con la prospettiva evoluzionistica secondo la quale, gli uomini sono maggiormente gelosi quando hanno il sospetto che la partner abbia una relazione sessuale con un altro uomo dal quale potrebbero avere un figlio. Da questi dati si evince anche che le preoccupazioni delle donne bisessuali riguardo all’infedeltà non sembrano dipendere dal sesso del proprio partner.

Questa ricerca presenta alcuni limiti importanti da segnalare. Innanzitutto i partecipanti dovevano scegliere solo una delle due opzioni (infedeltà sessuale vs infedeltà emotiva) senza considerare che ci potrebbero essere persone che sarebbero addolorate per entrambe le possibilità. Inoltre alcuni potrebbero pensare che l’infedeltà emotiva implichi comunque anche l’infedeltà sessuale e quindi in questo caso sentire quell’opzione più angosciante perché percepita come una doppia minaccia. Infine ai partecipanti non è stato chiesto il sesso dell’amante con cui hanno immaginato il proprio partner, generando probabilmente imprecisioni nei risultati. Per concludere, la ricerca fornisce un ulteriore supporto all’idea che il sentimento della gelosia può variare a seconda del genere e dell’orientamento sessuale, tuttavia a prescindere dalla varietà delle coppie sembra essere predominante la prospettiva evoluzionistica.

Dott.ssa Laura Bacci – psicologa

Carpenter, C. J. (2012). Meta-analysis of sex differences in responses to sexual versus emotional infidelity: Men and women are more similar than different. Psychology of Women Quarterly, 36, 24-37.

Scherer, C. R., Akers, E. G., & Kolbe, K. L. (2013). Bisexuals and the sex differences in jealousy hypothesis. Journal of Social and Personal Relationships, 30, 1064-1071.

Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a info@centroilponte.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica

Per rimanere aggiornati sulle rubriche SexNews, Botta&Risposta, Lex&TheCity, sui seminari e sulle varie iniziative del Centro, iscrivetevi alla Newsletter qui sotto .



Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *