142020feb
Marijuana medica e aumento dei tassi di natalità: quale relazione?

Marijuana medica e aumento dei tassi di natalità: quale relazione?

Le leggi sulla marijuana medica sono collegate all’aumento dell’attività sessuale e dei tassi di natalità?

In che modo la marijuana influisce sulla vita sessuale delle persone? Secondo la ricerca scientifica, sembra essere un afrodisiaco per molte persone. Ad esempio, uno studio del 2017 pubblicato sul Journal of Sexual Medicine ha scoperto che i fumatori di marijuana hanno riferito di aver fatto sesso più frequentemente rispetto ai non fumatori, in particolare hanno riferito di aver fatto sesso circa il 20% più spesso.

Non solo, ma molte persone riferiscono che il sesso è migliore dopo aver fumato marijuana. Ad esempio, la ricerca ha scoperto che la maggior parte delle donne che hanno usato la marijuana prima del rapporto sessuale non solo percepisce un aumento del desiderio sessuale, ma rende anche il sesso più piacevole e afferma di avere orgasmi più soddisfacenti. Allo stesso modo, molti uomini riportano che la marijuana aumenta la loro resistenza sessuale e dà loro erezioni più durature (anche se alcuni studi hanno scoperto che la marijuana può compromettere le erezioni).

Alla luce di questi effetti, è ragionevole chiedersi se un maggiore accesso alla marijuana possa comportare cambiamenti più ampi nella popolazione nel comportamento sessuale. In particolare, cosa succede quando gli stati legalizzano la marijuana? Le persone tendono a fare più sesso? In tal caso, ciò ha implicazioni, come aumento del tasso di natalità? Un recente studio pubblicato sul Journal of Health Economics offre alcuni spunti.

In questo studio, i ricercatori hanno esaminato i cambiamenti nell’attività sessuale e il tasso di natalità negli Stati Uniti prima e dopo la legalizzazione della marijuana medica. Si sono concentrati sui cambiamenti nelle leggi sulla marijuana medica (in contrapposizione alle leggi sull’uso ricreativo) perché non ci sono ancora sufficienti dati per esplorare l’impatto della legalizzazione sul comportamento sessuale, dato che si tratta di un fenomeno molto recente. C’è anche motivo di pensare che le leggi sulla marijuana medica possano avere un effetto sull’attività sessuale, dato che ci sono dati che dimostrano che la legalizzazione della marijuana medica è collegata ad un aumento dell’uso ricreativo.

I ricercatori hanno analizzato un ampio set di dati per comprendere i potenziali cambiamenti nel comportamento sessuale in relazione alle leggi sulla marijuana medica ed ecco cosa hanno scoperto: (1) il passaggio di queste leggi era collegato all’aumento dell’uso di marijuana in generale, specialmente negli stati in cui è consentita la coltivazione domestica (2) i tassi di natalità sono aumentati dell’1,8% in media a seguito della legalizzazione (e del 2,7% negli Stati che consentono la coltivazione domestica), (3) il passaggio di queste leggi è stato collegato a un aumento del 4,3% delle probabilità delle persone che affermano di essere sessualmente attive negli ultimi mese e (4) i tassi di uso contraccettivo e i tassi di vendita di preservativi sono entrambi diminuiti di circa il 5% dopo la legalizzazione.

Ci sono alcune importanti limitazioni di questa ricerca, tuttavia. Uno è che solo gli adulti di età compresa tra 21 e 30 anni sono stati inclusi in questo studio; quindi, non possiamo dire se gli stessi effetti emergano in partecipanti di età diverse. Ancora più importante, non possiamo dire con certezza che la legalizzazione della marijuana medica è ciò che ha causato i cambiamenti osservati.

Questi dati sono correlati ed è possibile che altri fattori stiano giocando un ruolo importante per i risultati. Ad esempio, si consideri che i dati di questo studio hanno riguardato solo gli anni 2004-2014. La maggior parte delle leggi studiate non ha avuto effetto fino al 2010 o successivamente. Ciò significa che il periodo di pre-legalizzazione includeva la Grande recessione (che è durata 2007-2009), mentre il periodo di post-legalizzazione si è concentrato su un periodo di crescita economica sostenuta. Forse tassi di natalità più elevati e una maggiore attività sessuale negli anni successivi hanno avuto più a che fare con cose come livelli più bassi di stress e maggiore sicurezza finanziaria rispetto a quanto avessero fatto con la legalizzazione della marijuana.

È anche possibile che le persone che pensano di formare una famiglia fossero più propense a trasferirsi negli Stati che approvano le leggi sulla marijuana (e non solo perché potrebbero essere interessate a utilizzare la marijuana da sole, ma forse per trarre vantaggio da nuove opportunità commerciali). Come supporto a questa idea, il passaggio della marijuana medica e ricreativa in Colorado (che è avvenuta a distanza di alcuni anni) era entrambi collegati all’aumento del numero di residenti che si trasferivano nello stato.

Vale quindi la pena replicare questi risultati negli studi che possono tenere conto di tali limiti. Detto questo, questi risultati suggeriscono la possibilità provocatoria che le leggi che legalizzano la marijuana possano aumentare i tassi di attività sessuale e, potenzialmente, il numero di nascite. Nella misura in cui ciò è vero, suggerisce una potenziale soluzione intrigante al problema della stagnazione della crescita della popolazione.

Bibliografia:

[1] Sun, A. J., & Eisenberg, M. L. (2017). Association Between Marijuana Use and Sexual Frequency in the United States: A Population-Based Study. The Journal of Sexual Medicine, 14(11), 1342-1347.

[2] David Powell; Rosalie Liccardo Pacula & Mireille Jacobson (2017). Do Medical marijuana laws reduce addictions and deaths related to pain killers?

Baggio, M., Chong, A., & Simon, D. (2019). Sex, Marijuana and Baby Booms. Journal of Health Economics, 102283

fonte: https://www.lehmiller.com/blog/2020/1/31/medical-marijuana-laws-are-linked-to-increases-in-sexual-activity-and-birth-rates

Redazione Centro Integrato di Sessuologia Il Ponte (traduzione a cura di dott.ssa Samoa Lombardi)

Per ricevere grauitamente accesso all’ebook “Il Vero e il Falso su miti e credenze della sessualità: L’erezione” , iscrivetevi alla Newsletter qui sotto .

Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a info@centroilponte.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica.




Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *