262020giu
Mini guida al sesso anale

Mini guida al sesso anale

In molti ci chiedono come rendere il sesso anale un’esperienza piacevole per tutti oppure si preoccupano del dolore o anche della pulizia. In questo post abbiamo cercato di raccogliere tutti i suggerumenti utili per approcciarsi al sesso anale creando, così, una mini guida al sesso anale

Prima di iniziare, è fondamentale comprendere che non esiste un modo “giusto” per fare sesso anale, proprio come non esiste un modo “giusto” per fare qualsiasi altro tipo di sesso.

Il segreto è comprendere cosa è meglio per te e per il tuo partner. Inoltre, tieni presente che persone differenti potrebbero trovare piacevoli e migliori posizioni e tecniche diverse.

Ecco alcune linee guida molto generali per un sesso anale reciprocamente piacevole per chi si approccia per la prima volta a questa tipologia di rapporto:

1) il partner che penetra deve essere paziente e iniziare con una penetrazione lenta e delicata (ad es., prima di passare all’inserimento del pene, si può iniziare con un dito o con un piccolo sex toy),

2) chi accoglie la penetrazione deve essere comodo e rilassato

3) entrambi i partner devono comunicare e ascoltarsi l’un l’altro

4) è doveroso applicare una quantità generosa di lubrificante sull’ano, sia all’interno che all’esterno (il lubrificate, infatti, non può essere spalmato solo all’esterno del corpo e potrebbe essere necessario riapplicarlo alcune volte durante la penetrazione; tieni presente che l’ano non si auto-lubrifica come una vagina).


Un altro consiglio è quello di non usare il porno come guida pratica per il sesso anale. I video porno potrebbero non darti un’idea realistica di quanta preparazione sia stata necessaria (ad es., di quanta lubrificazione è stata applicata) o di cosa sia piacevole per la maggior parte delle persone, per esempio il sesso anale nel porno è spesso molto veloce, profondo e brusco e tentare di replicarlo nella realtà può rivelarsi abbastanza doloroso.

Inoltre, nel porno è comune vedere pratiche come passare immediatamente dalla penetrazione anale alla penetrazione orale o vaginale senza cambiare, tra di queste, il preservativo o pulire il pene. Comportamenti come questi sono rischiosi e possono dare luogo a infezioni. Quindi, per ridurre il rischio di infezioni il consiglio è quello di utilizzare il preservativo per la penetrazione anale (evita che i batteri presenti naturalmente nel retto possano dare luogo a infezioni delle vie urinarie) e cambiarlo qualora si voglia praticare la penetrazione vaginale.


Tenendo bene a mente quanto appena detto, se hai seguito le linee guida sopra e il sesso anale risulta comunque doloroso o sgradevole, potresti astenerti dalla penetrazione con il pene e provare a usare per un po’ di tempo piccoli sex toys. Può essere fatto insieme al/alla partner oppure anche da soli in un ambiente più rilassato e avendo il controllo di quello che accade durante la penetrazione, come durante la masturbazione. Al posto dei sex toys possono essere usate anche le dita ma, in tal caso, le unghie devono essere molto corte e le dita curate, perché anche delle pellicine potrebbero graffiare o dare fastidio durante il tentativo di penetrazione. Un’alternativa potrebbero essere i guanti in lattice che evitano il rischio di graffi e taglietti.


Altri suggerimenti per rendere il sesso anale più piacevole sono:
Preparazione e pulizia, spesso la persona che riceve la penetrazione è tesa anche per il timore di sporcare il partner. Per ridurre il rischio che ciò avvenga può essere utile utilizzare perette o clisteri per pulire il retto prima del rapporto e sentirsi più a proprio agio. Attenzione, però, a non esagerare. Con lavaggi frequenti si rischia, infatti, di danneggiare la flora batterica.

Sessioni prolungate di preliminari, che possono aiutarti a raggiungere il rilassamento ed eccitazione ottimale per poter procedere con la penetrazione

Sperimentare varie posizioni, dal momento in cui alcune potrebbero essere più confortevoli di altre

Scegliere un lubrificante adatto, considerando che alcuni lubrificanti potrebbero produrre risultati più gradevoli (ad es., i lubrificanti a base di silicone tendono a durare più a lungo rispetto a quelli a base d’acqua mentre i lubrificanti oleosi sono sconsigliati se si usa il preservativo)


Detto questo, è importante notare che alcune persone riferiscono un forte dolore ogni volta che provano il sesso anale (il 9%, secondo uno studio realizzato su donne eterosessuali e il 14%, secondo uno studio condotto invece su uomini gay e bisessuali [1, 2]). Sfortunatamente non ci sono molte ricerche su questo argomento, tuttavia, ci sono diverse ragioni plausibili. Ad esempio, alcune persone potrebbero avere condizioni mediche di base che rendono doloroso il sesso anale. Inoltre, l’ano di alcune persone potrebbe essere più sensibile al tatto (c’è una grande variabilità individuale in ciò che determina piacere, per esempio ci sono alcune persone che amano che i loro capezzoli vengano pizzicati e morsi mentre altri sussultano al minimo tocco). Infine, alcune persone possono avere partner con peni particolarmente grandi, che possono causare un certo grado di dolore per chi accoglie la penetrazione, indipendentemente dalle precauzioni prese.


Ancora una volta, è importante ribadire che non esiste un modo “giusto” per fare sesso anale perché si tratta di un’attività che può dar luogo a sensazioni molto diverse da una persona all’altra. È inoltre un’attività che può richiedere molta pratica e preparazione prima che diventi piacevole per tutte le persone coinvolte.



Bibliografia:
[1] Hollows, K. (2007). Anodyspareunia: A novel sexual dysfunction? An exploration into anal sexuality. Sexual and Relationship Therapy22(4), 429-443.

[2] Damon, W., & Rosser, B. S. (2005). Anodyspareunia in men who have sex with men. Journal of sex & marital therapy31(2), 129-141.

A cura di Centro Integrato di Sessuologia “Il Ponte” (tradotto e riadattato da Dott.ssa Viola Malinconi)
https://www.lehmiller.com/blog/2014/8/7/how-can-we-make-anal-sex-more-pleasurable?rq=anal%20sex%20




Per ricevere grauitamente accesso all’ebook “Il Vero e il Falso su miti e credenze della sessualità: L’erezione” , iscrivetevi alla Newsletter qui sotto .

Privacy:
Il consenso è liberamente espresso ai sensi dell’art 23 del DL 196/03 e dell’Art. 7 del Reg UE 679/16

Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a info@centroilponte.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica.





Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *