262015apr
Peli pubici: l’acconciatura che non si vede. Uno studio scientifico

Peli pubici: l’acconciatura che non si vede. Uno studio scientifico

Negli ultimi cinquantanni i peli pubici hanno subito una continua trasformazione nelluso e costume popolare fino a divenire un vero e proprio fenomeno di valorizzazione della persona

Dagli anni cinquanta ad oggi la cura per l’acconciatura della zona genitale ha subito un notevole aumento, un’evoluzione che nel suo trend ha visto una continua ed inarrestabile prevalenza di forbici, rasoio e ceretta sul pettine. La tendenza a sfoltire i peli pubici partita negli anni ottanta è giunta infine, allalba del nuovo millennio, al suo apice: la completa rasatura. Oggigiorno infatti pettinarsi i peli pubici o rimuoverli sono comportamenti comuni tra gli uomini e le donne. Tuttavia, poco si sa circa le ragioni che spingono molte persone a prendersi tanta cura di una zona del proprio corpo che rimane per gran parte del tempo nascosta; ciononostante c’è chi ama mantenere in ordine la propria acconciatura-fra-gli-slip e chi ha una precisa preferenza per quale debba essere quella del partner. In uno recentissimo studio condotto in due college americani (Georgia College & State University, Milledgeville, GA, USA) alcuni ricercatori hanno cercato di trovare delle risposte ad interessanti interrogativi riguardanti la cosiddetta zona bikini di uomini e donne. Lo studio in questione si proponeva di indagare le motivazioni, di oltre un migliaio di studenti fra uomini e donne, che stavano dietro alla decisione di rimuovere i propri peli pubici o di acconciarli in un certo modo. Inoltre l’indagine mirava a capire quale fosse l’acconciatura preferita per i peli pubici del partner e quali aspettative sessuali fossero associate alla rimozione dei peli. I risultati della ricerca hanno messo in luce come nell’ultimo mese, almeno una volta, circa il 95% dei partecipanti si erano rasati totalmente la zona pubica e che la rasatura totale era lacconciatura più comunemente scelta sia dalle donne (82% dei casi) che dagli uomini (49% dei casi). Inoltre le donne erano significativamente più propense a segnalare il loro status tipico di senza-peli mentre gli uomini erano significativamente più propensi a preferire una partner sessuale che fosse rasata. Per contro il prurito genitale è stato sperimentato come l’effetto collaterale indesiderato più comunemente riportato, sia dagli uomini che dalle donne. Dunque, perché prendersi tanta cura dei propri peli pubici se talvolta si può avere qualche fastidioso effetto collaterale? I principali motivi per la rimozione dei peli pubici, che sono emersi dall’indagine, variano significativamente in base al genere. Le donne infatti hanno segnalato una maggiore percezione personale di pulizia, comfort e sex appeal. Inoltre con tale look sentivano di conformarsi ad una norma sociale propria del gruppo dei pari. Infine per le donne veniva riscontrata una maggiore praticità nel poter consumare rapporti sessuali. Gli uomini invece hanno riportato la praticità e la facilità di manutenzione della propria igiene intima come la caratteristica principale per preferire la rasatura al pettinarsi. Trasversale ad entrambe le categorie sono stati invece i vissuti di percepirsi con un look giovanile, di sentirsi più candidi e di avere l’aspettativa di aumentare le proprie possibilità di conquista sessuale. Una riflessione in merito potrebbe essere che oggigiorno, sopratutto nelle società occidentali, i peli pubici sono divenuti un fenomeno alla pari dei tatuaggi, dei capelli, dei piercing, ecc. insomma una parte integrante del proprio look. A prescindere dalla personale scelta estetica, de gustibus non disputandum est, tali comportamenti, in assenza di controindicazioni, sembrano concorrere alla promozione di pratiche digiene genitale da un lato e a promuovere una maggiore consapevolezza delle proprie parti intime dallaltro. Infine, dalla ricerca emerge che la differenza fra l’essere in o out per la maggior parte degli studenti corra, è proprio il caso di dirlo, … sul filo del rasoio!

Dr. Andrea Olmi


Journal Sexual Medicine 2015; 12:4858

Pubic Hair Preferences, Reasons for Removal, and Associated Genital Symptoms: Comparisons Between Men and Women. Scott M. Butler, PhD, MPH, Nicole K. Smith, PhD, MPH, Erika Collazo, MPH, Lucia Caltabiano, BS, and Debby Herbenick, PhD, MPH.

Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a cisilponte@gmail.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica

Per rimanere aggiornati sulle rubriche SexNews, Botta&Risposta, Lex&TheCity, sui seminari e sulle varie iniziative del Centro, iscrivetevi alla Newsletter qui sotto .



Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *