212015mar
Sesso e bicicletta: quali rischi?

Sesso e bicicletta: quali rischi?

Andare in bici è un’attività piacevole e molto diffusa, utilizzata come mezzo di trasporto, divertimento e sport. Tale attività ha una moltitudine di effetti benefici sullo stato di salute generale. Tuttavia esistono alcuni effetti collaterali dell’utilizzo delle due ruote, tra cui la possibile insorgenza di disturbi sessuali. Come evidenziato da una recente review pubblicata sulla rivista Sexual Medicine Reviews, disfunzione erettile (prevalenza: 1.8–50%) e insensibilità perineale (prevalenza: 22–91%) sono i disturbi più riscontrati nella popolazione di ciclisti al maschile. Tra le donne, anche se tale aspetto risulta meno indagato, vengono riportate difficoltà nel raggiungere l’orgasmo, mancanza di lubrificazione vaginale, diminuzione dell’eccitazione e dispareunia. Il meccanismo responsabile di tali problematiche in entrambi i sessi sembra essere la compressione perineale del nervo pudendo nel canale d Alcock e possibili traumi.
La letteratura scientifica esorta i ciclisti a considerare attentamente i fattori meccanici e le abitudini nell’andare in bicicletta che possono aumentare il rischio di disfunzioni sessuali, e a minimizzarli. Ad esempio l’uso di alcuni tipi di selle e l’evitamento di alcune posizioni sulla bicicletta possono ridurre in maniera sostanziale tale rischio. Utilizzare una sella senza punta (o senza becco) è raccomandato in quanto elimina del tutto la pressione perineale e del nervo pudendo. Allo stesso modo sarebbe di beneficio ridurre il più possibile lo stare piegati in avanti nella posizione “aero”, in quanto in tale posizione la punta della sella sostiene la maggior parte del peso del ciclista.

Dr.ssa Giulia Fioravanti – Dr. Daniel Giunti

Baran, C., Mitchell, G.C., & Hellstrom, W. J.G. (2014). Cycling-Related Sexual Dysfunction in Men and Women: A Review. Sexual Medicine Reviews, 2, 93–101

Per ricevere grauitamente accesso all’ebook “Il Vero e il Falso su miti e credenze della sessualità: L’erezione” , iscrivetevi alla Newsletter qui sotto .

Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a info@centroilponte.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica



Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *