152019lug
Il sesso nella terza età

Il sesso nella terza età

I grandi pregiudizi, i miti e le false idee che la nostra società ha sull’invecchiamento hanno una grande influenza sul modo in cui gli anziani sperimentano ed esercitano la loro sessualità. L’errore più grande è pensare che questa fase sia caratterizzata dalla passività, il distacco affettivo, l’autoesclusione, la malattia e l’incapacità di vivere la sessualità. Tutte queste idee, senza alcun fondamento, sono una questione culturale che hanno come unico prodotto un atteggiamento negativo nei confronti della sessualità in età adulta.

Con il ritiro dall’attività lavorativa avvengono profondi cambiamenti psicologici che riguardano l’immagine e il valore del proprio sé.

Gli stereotipi sociali non aiutano, poiché negano la possibilità che la persona anziana mantenga attiva la propria vita sessuale, inoltre vi è un ampio gruppo di anziani in cui il problema principale consiste nel non avere un partner stabile e  spazi sociali che favoriscono lo scambio, cose che rendono difficile vivere una sessualità di coppia.

Nonostante la segretezza che circonda questo problema, autori come Helleger e Mortensen hanno scoperto che nelle persone fino a 95 anni, il 40% mostra interesse per il sesso e il 25% pratica la masturbazione.

Sebbene i cambiamenti fisiologici negli anziani siano molti, lo schema della risposta sessuale rimane fondamentalmente lo stesso. Il rapporto Kinsey ci dice che il desiderio sessuale non diminuisce e se lo fa, avverrà lentamente e in misura minore. Conclude anche che una sana attività sessuale nei giovani si traduce in una sessualità sana nella terza età.

È curioso notare che gli studi che indagano la sessualità negli anziani sono basati sull’attività coitale, come se le altre manifestazioni dell’attività sessuale non contassero affatto. Se consideriamo ad altri tipi di manifestazioni sessuali come masturbazione, sogni e fantasie erotiche, si evidenzierebbe che il sesso continua a manifestarsi con la stessa intensità e molto probabilmente con la stessa qualità di quello effettuato in giovinezza. Recenti ricerche nordamericane hanno dimostrato che le persone sessualmente soddisfatte hanno meno problemi di salute e invecchiamento rispetto a quelle non soddisfatte. Mantenendo l’interesse per il sesso, la loro relazione è più soddisfacente e si sentono psicologicamente meglio.

In questa fase, la relazione d’amore come coppia diventa una parte fondamentale della vita e molti anni di convivenza non diminuiscono l’intimità, al contrario. Abbracci, baci e carezze offrono una nuova dimensione alle persone. Non v’è alcun dubbio che la frequenza sessuale diminuisca, ma i sentimenti, affinità e interessi sono rafforzati.

Cosa possiamo suggerire noi sessuologi?

  •  Le disfunzioni sessuali sono trattate in tutte le fasi della vita
  • Sbarazzati dello schema sessuale della giovinezza. Forse è meglio pensare di provare piacere e sentire un contatto intimo piuttosto che fare sesso come prima.
  • Prenditi cura del tuo corpo, del tuo fascino personale. Vai dal medico che può suggerire trattamenti ormonali o lubrificanti se necessario.
  • Prenditi il ​​tuo tempo. Forse il tuo corpo ha perso velocità, ma non l’intensità del piacere o il bisogno di compagnia intima.
  • Il benessere è fondamentale in tutti gli ambiti della vita e la salute sessuale è un diritto
  • L’essere umano vive il sesso dalla nascita alla morte, ciò che sta cambiando è il modo di manifestare tale sessualità in diversi stadi.
  • Può darsi che le persone che hanno vissuto insieme per molti anni tendano a cadere nella noia e nell’apatia con il loro partner, perché pensano di non avere più nulla da condividere. Tuttavia, dobbiamo riconoscere che tutti abbiamo bisogno di affetto e che la tenerezza è, in effetti, una delle armi principali per innamorarsi.
  • Quando una coppia è abituata a una costante convivenza, dovrebbe consultare il sessuologo per eseguire tecniche di arricchimento sessuale, poiché il mistero, l’inaspettato e talvolta i rischi attraggono e sono eccitanti. C’è sempre la novità; È fondamentale riconoscersi come persona completa, con un grande potenziale per dare e ricevere amore e piacere.


A cura di Centro Integrato di Sessuologia IL PONTE (trad. Dott.ssa Gloria Ercolini) 

https://www.susuruguay.org/index.php/articulos/256-funcionamiento-sexual-en-la-tercera-edad




Per ricevere grauitamente accesso all’ebook “Il Vero e il Falso su miti e credenze della sessualità: L’erezione” , iscrivetevi alla Newsletter qui sotto .

Privacy:
Il consenso è liberamente espresso ai sensi dell’art 23 del DL 196/03 e dell’Art. 7 del Reg UE 679/16

Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a info@centroilponte.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica.



Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *