52015lug
Il rimming è una pratica sicura?

Il rimming è una pratica sicura?

Buongiorno, avrei una domanda: il rimming è una pratica sicura? Paolo

Salve Paolo, iniziamo con lo spiegare a chi non ha familiarità con questo termine di cosa si tratta: per rimming si intende l’anilingus, ovvero la stimolazione orale della zona anale.

Questo comportamento è diffuso e spesso associato a una sessualità di tipo omosessuale e bisessuale. Secondo una recente ricerca eseguita tra gli utilizzatori di un sito di incontri per uomini, comprendente un campione di 25.000 soggetti, circa il 25% ha riferito di aver effettuato una stimolazione di questo tipo e il 26% di averlo ricevuto negli ultimi rapporti sessuali.

Va anche detto che questo studio è stato condotto in una categoria ben specifica di uomini gay, ovvero quelli che frequentano quello specifico sito di incontri sessuali, e quindi tali percentuali non sono generalizzabili a tutta la popolazione gay.

Il genere maschile però non sembra essere esclusivo in questa pratica, un altro studio infatti riguarda un campione di donne lesbiche e bisessuali e ha mostrato come il 29% di loro si avvale di questa pratica occasionalmente e il 10% spesso.

Riguardo la sessualità eterosessuale, non vi sono studi al riguardo e le domande sul rimming non rientrano nei classici topic di indagine della sessualità, quindi più che pensare che non sia attuata, è più verosimile presupporre che semplicemente non sia mai stata indagata.

Solo da un sondaggio americano tra i lettori di Playboy del 2013 è emerso come questa pratica sia desiderata dal 12% dei lettori/lettrici all’interno dei preliminari.

Riguardo invece alla sua domanda, se si tratti o meno di una pratica sicura, come molti comportamenti sessuali ha una sua certa dose di rischio, ad esempio il contatto oro-anale è associato all’aumento del rischio di alcune malattie a trasmissione sessuale come l’herpes genitale, e tutte quelle patologie che si trasmettono attraverso il contatto della pelle come, ad esempio, e non solo, il papilloma virus , la clamidia e la gonorrea.

Inoltre nel contatto oro-fecale vi può essere il passaggio di parassiti, virus e batteri.

Alcune persone pensano che con specifiche pratiche igieniche sia possibile neutralizzare questi rischi, ma ciò è vero solo parzialmente, ad esempio herpes virus e papilloma virus saranno comunque presenti anche dopo una buona igiene.

Per ridurre al minimo i rischi, sono disponibili finissime pellicole, chiamate Dental Dam, disponibili in farmacie, sexy shop, oppure online su vari siti tra cui Amazon.

Questo prodotto può essere utilizzato anche per proteggersi nei rapporti oro-vaginali.

Altrimenti, in caso non si avesse a disposizione questo prodotto, anche con un preservativo tagliato su un lato si può creare uno strato sicuro utilizzabile.

Spero di aver risposto alla sua domanda – saluti

Daniel Giunti – psicologo psicoterapeuta sessuologo

Per ricevere grauitamente accesso all’ebook “Il Vero e il Falso su miti e credenze della sessualità: L’erezione” , iscrivetevi alla Newsletter qui sotto .

Per inviare la vostra domanda ai professionisti del Centro Il Ponte che curano la rubrica Botta&Risposta scrivere a info@centroilponte.com oppure richiedere un “consulto anonimo“, specificando che si tratta di una domanda per la rubrica



Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. Compilare i seguenti campi obbligatori: *